Scrivi
Grandi Giardini Italiani
Villa Nazionale Pisani
Scrivi per avere informazioni. Tutti i campi sono obbligatori

PRIVACY POLICY
Grandi Giardini Italiani, in qualità di Titolare del trattamento, ti informa che questo modulo invia i dati "E-mail" e "Richiesta" da te inseriti direttamente ai responsabili del Giardino da te scelto. Tali dati non vengono archiviati dal Titolare del trattamento e hanno la sola finalità di fornire il servizio di contatto. Cliccando sul bottone "Invia" confermi di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati e autorizzi i responsabili del Giardino scelto a contattarti tramite e-mail.

Invia

Cerca
Grandi Giardini Italiani
Ricerca nel sito
Cerca un termine in Giardini
Giardini
Go to English Version

Villa Nazionale Pisani

Stra, Venezia

Ristorazione
Giardino storico
GalleryScopriVideo

Orari di apertura

Aperto ogni giorno da martedì a domenica. Lunedì chiuso, eccetto i lunedì festivi.

1 APRILE - 30 SETTEMBRE 2018
9.00 - 20.00 (la biglietteria chiude alle 19.00)

1 OTTOBRE - 31 MARZO 2019
9.00 - 17.00 (la biglietteria chiude alle 16.00)

Il labirinto è visitabile (condizioni climatiche permettendo) con un percorso delimitato e durante gli orari di apertura della villa. Informazioni in portineria o all'info-point

Chiuso 1° gennaio e 25 dicembre, salvo diverse disposizioni ministeriali. Info +39.049.502074
Chiuso per riposo settimanale il lunedì

Labirinto chiuso in caso di maltempo o lavori di manutenzione

Il labirinto non è accessibile ai portatori di handicap motori

E' vietato l'accesso al museo ai visitatori che abbiano il viso coperto da qualsivoglia elemento (vestiario, maschere, caschi, ecc.)

Ingresso

Villa, parco e mostra
Intero: 10,00 euro
Ridotto (18-25 anni): 7,50 euro
Biglietto gratuito per cittadini UE minori di 18 anni

Ingresso gratuito ogni prima domenica del mese

Ogni prima domenica del mese il Labirinto è chiuso per motivi di sicurezza e di tutela del bene

Come arrivare
In auto
Da Padova: SP11 direzione Venezia (subito dopo il centro di Stra);
Da Venezia: SP11 direzione Padova (subito dopo il centro di Fiesso d'Artico);(subito dopo il centro di Fiesso d'Artico);
Dall'Autostrada A4: uscita Padova Est, direzione Ponte di Brenta.
Uscita Dolo - Mirano, direzione Padova – Riviera del Brenta

in bus
La Villa è raggiungibile con le corriere SITA (da Padova, linea per Stra con fermata al capolinea) e con gli autobus ACTV (da Padova o Venezia, n° 53, fermata di Stra).

A piedi
Dal centro di Stra si raggiunge la Villa a piedi in 5 minuti circa.
Cenni storici
Lungo il Brenta, tra Padova e Venezia, dal XVI secolo la nobiltà veneziana realizza una serie di ville con giardino e brolo affacciate sul corso d'acqua, che presto diviene una vera e propria continuazione del Canal Grande. Già dai primi anni del Seicento gli edifici vengono ampliati fino a raggiungere, nel secolo successivo, dimensioni notevoli e un aspetto sfarzoso, a emulazione delle regge europee coeve.

I fratelli Alvise e Almorò Pisani, membri di una delle più ricche e potenti famiglie veneziane, vollero a Strà una grande villeggiatura degna del loro rango, che riprendesse la grandezza di Versailles e in parte il suo modello. Decisi a dare la scalata al dogado della Serenissima, incaricarono per l'ambizioso progetto l'architetto padovano Girolamo Frigimelica, che disegnerà villa e giardino. La scenografica architettura vegetale verrà realizzata dopo il 1720, mentre la villa verrà costruita più tardi su progetto di Francesco Maria Preti, dopo il trasferimento del Frigimelica alla corte modenese degli Estensi.

L'impianto del giardino è organizzato su ampie prospettive che si aprono sul paesaggio attraverso i corrispondenti portali e le finestre a tabernacolo ritagliate sul muro di cinta. La vista centrale collega il palazzo alle eleganti scuderie del Frigimelica, che fanno da fondale alla scena centrale del giardino, aprendosi con un portalino, al di là del quale l'asse principale del parco prosegue fuori dal giardino e termina nel casino del Prete. Di grande suggestione è il parterre centrale con la vasca ornata di statue realizzata nel Novecento.

Il giardino settecentesco, con il labirinto circolare segnato al centro da una torretta e con grandi gallerie e spalliere di agrumi, era arricchito anche da viti, alberi da frutto, da un palazzo di verzura e da una trama di prospettive secondarie, in parte cancellate nella rivisitazione di Eugenio Brauharnais nei primi anni del XIX secolo. I napoleonici risparmiarono anche il labirinto, poi decantato da Gabriele D'annunzio nell'opera “Il Fuoco”.

Il giardino ancora oggi è disegnato da lunghe prospettive che si incrociano al centro dell'Esedra Belvedere. Dalla terrazza dell'originale padiglione si possono osservare le altre architetture: la coffee house, la casa dei giardinieri, l'orangerie con le sue collezioni di agrumi e di piante in vaso. Le serre e gli antichi broli dopo il recente restauro offrono un quadro interessante di un settore del giardino che nel secondo Novecento era stato quasi totalmente distrutto.

A ovest delle scuderie attraverso un portalino sovrastato da putti si entra nel boschetto all'inglese dove sorprende la montagnola con statue imprigionate nella finta cascata lavica che decora i lati dell'ingresso alla ghiaccia della villa.

Frigimelica Girolamo

Architetto del paesaggio.

(1653 – 1732) – Poeta e architetto padovano, curatore della biblioteca universitaria della città. Nella veste di letterato scrisse opere che furono poi utilizzate da musicisti del tempo, fra i quali Alessandro Scarlatti, che su sue trame compose i drammi Il trionfo della libertà e Mitridate Eupatore. In veste di architetto, invece, produsse progetti in stile palladiano rielaborati però con tratti stilistici di gusto barocco. Alla sua mano è dovuto il disegno della chiesa padovana di S. Maria del Pianto, mentre a Venezia ideò e diresse i lavori della chiesa di S. Gaetano. Suo è infine il progetto della Villa Pisani di Stra, nel cui parco sono distribuiti altri edifici a lui attribuiti. Trascorse i suoi ultimi anni di vita a Modena, dove riprese a lavorare come architetto di edifici sacri (S. Giovanni Battista, 1730).

Argomenti & Prossimi eventi

ARGOMENTO
Piccolo Mondo Antico

Altri
Giardini
nelle vicinanze

Scopri
cosa fare,
dove mangiare,
dove dormire

Quali città vedere
qui vicino

Iscriviti alla nostra newsletter

Termini e condizioni

Iscrizione alla Newsletter

54.163.22.209 - Thu Nov 15 23:09:45 2018 (UTC Time)
Privacy Policy