Cerca
Grandi Giardini Italiani
Ricerca nel sito
Cerca un termine in Giardini
Articoli
Grandi Giardini Italiani
TwitterFacebook

I Grandi Giardini Italiani continuano a crescere

Sono 6 i Giardini che hanno aderito al Network nel 2019

Grandi Giardini Italiani annuncia con grande piacere l'ingresso nel Network di sei nuovi giardini: Villa Cipressi (Varenna, LC) in Lombardia, Villa Marigola (Lerici, SP) in Liguria, Giardino di Pojega - Villa Rizzardi (Negrar, VR) e Villa Revedin Bolasco - Università di Padova (Castelfranco Veneto, TV) in Veneto, Villa Puglie (Valsamoggia, BO) in Emilia Romagna e i Giardini di Orazio - Castello di Mandela (Mandela, RM) nel Lazio.

Sei giardini prestigiosi che si aggiungono agli altri 131 già presenti e che fanno crescere la rete fino a sfiorare quota 140.

Partendo dal Nord del nostro Belpaese non possiamo che essere fieri dell'ingresso di Villa Cipressi, che arricchisce il circuito dei giardini del Lago di Como, che oggi vanta 13 destinazioni green.
Villa Cipressi, prestigioso complesso di antichi edifici e di splendidi giardini, è a Varenna, sulla costa orientale del lago di Como. Le sue tracce storiche iniziano dalla nobile famiglia Serponti (1163), per arrivare al Barone Isimbaldi (fine '700), e alla famiglia Andreossi, che curò l'arricchimento del parco nell'800; seguirono poi gli inglesi Sir Astley e Sir Salton (primi '900) e l'editore Accame. Nel 1980 Villa Cipressi viene acquistata con una pubblica volontaria sottoscrizione dai Varennesi; oggi è di proprietà di enti pubblici e del Comune di Varenna, ed è gestita dal gruppo R Collection Hotels che ne ha curato il restauro combinando l'essenza storica alla funzionalità, per ospitare un elegante hotel. Il giardino botanico di Villa Cipressi è un gioiello che racconta la biodiversità di ogni area del Paese, un mix di architetture contemporanee e di giardini antichi. Un vero viaggio verde, meta di studiosi e appassionati.
In Liguria Villa Marigola (Lerici, SP), perla affacciata sul Golfo dei Poeti, è il nuovo scrigno botanico dei Grandi Giardini Italiani, uno tra i pochi giardini all'italiana sul mare. Per la perfetta conservazione e il mirabile contesto paesaggistico che lo abbraccia, può essere considerato uno tra i giardini più belli d'Italia.
Dalle sue verande e dalle terrazze sottostanti si ammira il Castello di Lerici, le isole del Tino e della Palmaria, il profilo di Porto Venere, la diga foranea e la baia di San Terenzo con il suo castello. E' lo stesso panorama, che ammaliò poeti come Percy Bysshe Shelley, Lord George Byron, John Keats e più recentemente Attilio Bertolucci, scrittori come D.H. Lawrence ed il commediografo Sam Benelli.

In Veneto il Giardino di Pojega - Villa Rizzardi (Negrar, VR) e Villa Revedin Bolasco - Università di Padova (Castelfranco Veneto, TV) arrichiscono la presenza del Network in una regione annoverata tra le mete turistiche più conosciute e ambite al mondo, grazie al suo patrimonio culturale e paesaggistico.
Il primo sorge al centro del vigneto di Poiega in Valpolicella, zona da sempre vocata alla coltura della vite; il secondo, invece, nel cuore di Castelfranco Veneto, la città del Giorgione.
Da un lato abbiamo un giardino che, come da intento del conte Antonio Rizzardi, concilia i canoni della tradizione italiana, spettacolare e formale, con quelli del giardino paesaggistico, romantico e informale. Il parco, che si estende per 54.000 mq, si sviluppa su tre livelli tra loro paralleli: i fulcri di tutto il complesso sono rappresentati dalle strutture architettoniche che sono giunte sino a noi perfettamente corrispondenti al progetto originale del Trezza.
Dall'altro, invece, per volere del conte Francesco Revedin fu creato un parco romantico alla cui progettazione parteciparono, oltre a Giambattista Meduna, Francesco Bagnara e Marc Guignon. Il giardino storico di Villa Revedin Bolasco conserva oggi il proprio disegno ottocentesco e conta più di otto ettari tra verde e acque. Popolato da più di mille alberi e da una ricca fauna, ospita al suo interno un'ampia area composta da un lago e due isole, alimentata dalle acque del torrente Avenale.

In Emilia Romagna fa il suo ingesso nella rete Villa Puglie (Valsamoggia, BO). Situata sui colli bolognesi, in un'atmosfera fuori dal tempo, nei pressi dell'antico Borgo di Oliveto di Monteveglio, Villa Puglie, è inserita in un parco privato di quasi 7 ettari, quasi tutti in dolce pendio, comprensivo di vigneto, oliveto, frutteto, orto e lago. Il parco è pieno di sorprese in ogni periodo dell'anno: le oltre 1000 specie vegetali offrono un'incredibile varietà di colori e profumi che si alternano in ogni stagione creando paesaggi mozzafiato e offrendo al visitatore una lunga sequenza di suggestioni che si snodano dal parco romantico fino al lago passando attraverso il giardino roccioso, i viali di gelsi e le numerose collezioni botaniche quali bulbose, lagerstroemie, frutti di bosco, piante acquatiche, succulente e altre ancora.

Infine, nel Lazio, i Giardini di Orazio - Castello di Mandela (Mandela, RM), oggi come ai tempi del Grand Tour, il Castello offre la stessa opportunità di fare passeggiate nella splendida campagna della Villa estiva del poeta Orazio, dove lui passeggiava e meditava le sue poesie e che nel XVII sec. fu immortalata nei dipinti del pittore tedesco Jacob Phillip Hackert (1737-1807), considerato l'erede artistico di Lorrain e Poussin cento anni dopo.

Iscriviti alla nostra newsletter

Termini e condizioni

Iscrizione alla Newsletter

18.234.51.17 - Sat May 25 09:26:27 2019 (UTC Time)
Privacy Policy