Great Gardens of the WorldGardens of SwitzerlandComo the electric lakeThe Great Green
void

Grandi Giardini Italiani Srl

c/o Villa Erba
Largo Luchino Visconti, 4
22012 Cernobbio (COMO)
Italy

Completa il tuo viaggio con Trenitalia. Acquista qui.
RADO Master of Materials
Gioca alla Caccia al Tesoro Botanico
Scopri i consigli di Compo
Scopri i consigli di Compo

Grandi Giardini Italiani Srl

Villa Erba - Cernobbio (CO) - Italia

Informazioni
sul giardino

Orari di apertura
APERTURE SPECIALI del giardino a cura dell'Associazione Amici di Villa Marigola Golfo dei Poeti: 8 - 20 agosto 2021 (dalle ore 17:00 fino alle 21:00)

Ingresso: 5,00 €, parcheggio incluso (N.B.: per accedere al parcheggio di Villa Marigola è necessario varcare una ZTL-zona a traffico limitato. In caso di passaggio, sarà sufficiente comunicare la targa del proprio veicolo alla biglietteria di Villa Marigola)

Premio LericiPea Golfo dei Poeti
Sabato 21 agosto: consegna dei premi ''Edito'' e ''alla Carriera'' presso i Giardini di Villa Marigola.

Ingresso
Aperture speciali dall'8 al 20 agosto: 5,00 € (parcheggio incluso)

Contatti
Via Biaggini, 1
19032 Lerici (SP)

T. +39 0187 970065
F. +39 0187 971709
M. +39 338 4644392

www.villamarigolaeventi.com

Liguria

Villa Marigola

Lerici, La Spezia

Giardino storico
Accessibile ai disabili
Pet Friendly

© Dario Fusaro – Courtesy Crédit Agricole

© Dario Fusaro – Courtesy Crédit Agricole

© Dario Fusaro – Courtesy Crédit Agricole

© Dario Fusaro – Courtesy Crédit Agricole

Come arrivare

Il parco è accessibile dalla strada litoranea Lerici-S.Terenzo (Via Biaggini) attraverso il cancello con apertura automatica e dotato di controllo audiovisivo dalla segreteria. Il viale alberato di accesso (400 mt) conduce ad un piazzale antistante la Villa, con ampio belvedere sul Golfo, della superficie di circa mq 500 e dotato di due ampi parcheggi per una capacità di 50 posti auto circa. Dal piazzale possono essere raggiunti i Giardini all'Italiana caratterizzati da percorsi inghiaiati, aiuole fiorite ed essenze pregiate per una superficie di circa mq 7.000 nonché una zona boschiva con percorsi interni attrezzati della superficie complessiva di mq 18.000 circa

In treno
Treno regionale da Milano Centrale fermata La Spezia Centrale. Proseguire a piedi verso Via Monale (9 minuti circa) e prendere il bus L verso Lerici Comune fermata Venere Azzura (29 fermate).
Bus: servizio gestito da ATC

In macchina
Autostrada:
A12 Genova - Livorno - uscita S. Stefano Magra direzione Lerici
A15 Parma - La Spezia - uscita S. Stefano Magra direzione Lerici

In areo
Distanza dai principali aeroporti:
C.Colombo di Genova - 1 ora
Milano Linate - 2 ore
Malpensa 2000 – 2 ore
Pisa Galileo Galilei - 40 minuti

Cenni storici

Villa Marigola è costruita in cima ad un promontorio sul mare tra Lerici e San Terenzo, e possiede quindi la vista più spettacolare del Golfo della Spezia. Dalle sue verande e dalle terrazze sottostanti si ammira il Castello di Lerici, le isole del Tino e della Palmaria, il profilo di Porto Venere, la diga foranea e la baia di San Terenzo con il suo castello. E' lo stesso panorama, che ammaliò poeti come Percy Bysshe Shelley, Lord George Byron, John Keats e più recentemente Attilio Bertolucci, scrittori come D.H. Lawrence ed il commediografo Sam Benelli.
Oggi Villa Marigola e il suo magnifico giardino sono visitabili, sedi di importanti manifestazioni culturali e luogo perfetto per eventi privati.
Grazie a Fondazione Carispezia, di Crédit Agricole, oggigiorno viene assicurata la manutenzione e la valorizzazione del più importante bene culturale visitabile a Lerici.

Villa Marigola fu acquistata dai Marchesi Ollandini nel tardo ‘700, inizialmente come tenuta agricola per la produzione di olio e vino, con un agrumeto a spalliera. Lo stile era quello di una casa di campagna. Diventò villa di villeggiatura quando nel 1888 passò nelle mani del banchiere inglese Sir Reginald Pearse, che abbellì le sale in stile liberty.
All'epoca esisteva una folta colonia di inglesi abbienti che svernavano nella Riviera Ligure, e, come i famosi fratelli Hanbury a Bordighera, Pearse subiva il fascino del collezionismo botanico. Affiancò al folto lecceto autoctono alberi ornamentali per creare un parco paesaggistico all'inglese, dove poter passeggiare e passare ore contemplando la natura.
Si deve tuttavia l'attuale impianto di Villa Marigola all'Architetto Franco Oliva, che dal 1926 al 1949 lavorò per il nuovo proprietario l'armatore Gio Batta Bibolini. L'architetto Oliva ridisegnò le sale della villa in stile razionalista, valorizzando la prospettiva sul Golfo dei Poeti. Mise mano anche al parco definendo che si collegasse in un unico asse il bosco sempreverde alle spalle della villa con il parterre all'italiana. Venne conservato il così detto giardino di Bocklin, una piccolo rocaille ombreggiante, una specie finta grotta, che accoglie il visitatore all'entrata della villa. Il parterre con l'affaccio sul Castello di Lerici, venne disegnato con eleganti bordure di bosso e stachys. Tutto venne incorniciato da cipressi e da magnifici esemplari di magnolie grandiflora, le quali, come le palme, hanno raggiunto il loro massimo splendore. Il geniale architetto Franco Oliva ha rivisitato i tradizionali canoni del parterre all'italiana, semplificando e ammorbidendo il disegno, creando un giardino chiuso tra ordinate siepi, che paiono per incanto sospese sul mare.
Grazie a Carispezia oggi la proprietà, che per troppi anni ha fatto vita a sé, riprende la sua centralità nella vita culturale del territorio. La Villa e il parco possono essere vissuti ed ammirati dai turisti come dai locali grazie ad una nuova disponibilità.
Villa Marigola rappresenta nella storia dell'arte dei giardini è uno dei pochi giardini all'italiana sul mare, perfettamente conservato, inserita in un contesto paesaggistico unico al mondo e per questa ragione può annoverarsi tra i giardini più belli d'Italia.