Great Gardens of the WorldGardens of SwitzerlandComo the electric lakeThe Great Green
void

Grandi Giardini Italiani Srl

c/o Villa Erba
Largo Luchino Visconti, 4
22012 Cernobbio (COMO)
Italy

Completa il tuo viaggio con Trenitalia. Acquista qui.
RADO Master of Materials
Gioca alla Caccia al Tesoro Botanico
Scopri i consigli di Compo
Scopri i consigli di Compo

Grandi Giardini Italiani Srl

Villa Erba - Cernobbio (CO) - Italia

Copyright Grandi Giardini Italiani Srl
P.I. 01151590112
Informazioni
sul giardino

Orari di apertura
Giornate di chiusura per eventi privati
Luglio: 31
Agosto: 7, 21, 27
Settembre: 4, 12, 19, 23

Da aprile a metà ottobre, tutti i giorni dalle 10:00 alle 18:00 (sabato e domenica su prenotazione)

Negli stessi orari è aperto anche il punto vendita per acquisto e degustazione dei vini prodotti dall'azienda agricola Guerrieri Rizzardi

Per i gruppi di minimo 10 persone è possibile prenotare la visita guidata anche in lingua tedesca o inglese, con degustazione

Villa Rizzardi si presta particolarmente per accogliere matrimoni, cerimonie, banchetti, ricevimenti, mostre, meeting, convegni

Ingresso
Intero*: € 7.50
Ridotto*: € 6.00
Supplemento guida: € 50.00

*Include brochure
**Bambini, studenti, disabili, over 65 e gruppi (min. 15 pax)

Contatti
Via Villa Rizzardi
Loc. Pojega
37024 Negrar (VR)

T. +39 045 7210028

pojega.it

Veneto

Giardino di Pojega – Villa Rizzardi

Negrar, Verona

Giardino storico
Degustazione vini
Parcheggio
Pet Friendly

© Grandi Giardini Italiani

© Grandi Giardini Italiani

© Grandi Giardini Italiani

© Grandi Giardini Italiani

© Grandi Giardini Italiani

© Grandi Giardini Italiani

© Grandi Giardini Italiani

© Grandi Giardini Italiani

© Grandi Giardini Italiani

Cenni storici

Al centro del vigneto di Pojega in Valpolicella, zona da sempre vocata alla coltura della vite, il conte Antonio Rizzardi incaricò nel 1783 l'architetto Luigi Trezza di creare un giardino che sapesse conciliare i canoni della tradizione italiana, spettacolare e formale, con quelli del giardino paesaggistico, romantico e informale.
Il parco, che si estende per 54.000 mq, si sviluppa su tre livelli tra loro paralleli: i fulcri di tutto il complesso sono rappresentati dalle strutture architettoniche che sono giunte sino a noi perfettamente corrispondenti al progetto originale del Trezza.
A completamento delle architetture “in verde”, come ad esempio il lungo viale di carpini prospiciente la villa, vi è un ricco e complesso programma iconografico che si avvale di un notevole numero di statue in pietra del Muttoni, le quali animano le quinte arboree ed i percorsi, a partire dal grande teatro di verzura, progettato sul modello dei teatri classici, con i gradini intagliati nelle siepi di bosso; le nicchie dell'anfiteatro, realizzate in carpino, ospitano infatti statue raffiguranti personaggi mitologici. Dal teatro, attraverso un colonnato di cipressi perfettamente potati, si possono intravedere le limonaie che si affacciano sul parterre in bosso, pochi gradini sopra il laghetto.
Il livello superiore del giardino, più romantico e informale, ospita invece un boschetto di carpini, lecci, tassi, aceri e palme cinesi (Trachycarpus fortunei), popolato da animali in pietra. Tra gli alberi all'improvviso appare un incantevole tempietto circolare, con una cupola di verzura creata dai carpini e riquadri aperti sul verde tra una statua e l'altra: un invito ad interrompere la passeggiata, per una sosta nel fresco, raccolto, quasi magico incanto di questo luogo, dove il genius loci parla della mediazione superba tra natura e cultura.