Great Gardens of the WorldGardens of SwitzerlandComo the electric lakeThe Great Green
void

Grandi Giardini Italiani Srl

c/o Villa Erba
Largo Luchino Visconti, 4
22012 Cernobbio (COMO)
Italy

Completa il tuo viaggio con Trenitalia. Acquista qui.
RADO Master of Materials
Gioca alla Caccia al Tesoro Botanico
Scopri i consigli di Compo
Scopri i consigli di Compo

Grandi Giardini Italiani Srl

Villa Erba - Cernobbio (CO) - Italia

Copyright Grandi Giardini Italiani Srl
P.I. 01151590112
Informazioni
sul giardino

Orari di apertura
Stagione 2021
Dal martedì alla domenica dalle ore 8.30 alle ore 19.30
(ultimo ingresso 18.30)

Gennaio - Febbraio: 8.30-16.30 (ultimo ingresso alle 16.00)
Marzo: 8.30-17.30 (ultimo ingresso alle 16.30)
1 - 15 Aprile: 8.30-18.30 (ultimo ingresso alle 17.30)
16 Aprile - 15 Settembre: 8.30-19.30 (ultimo ingresso alle 18.30)
16 Settembre - 31 Ottobre: 8.30-18.30 (ultimo ingresso alle 17.30)
Novembre - Dicembre: 8.30-16.30 (ultimo ingresso alle 16.00)

GREEN PASS: in ottemperanza alle disposizioni governative vigenti (DPCM del 23 luglio 2021), dal 6 agosto 2021, per accedere ai musei e ai luoghi della cultura, sarà obbligatorio esibire il Green Pass insieme ad un valido documento di identità.
Le disposizioni non si applicano ai bambini di età inferiore ai 12 anni e ai soggetti con certificazione medica specifica.

Ingresso
Intero: € 5.00
Ragazzi (18-25 ANNI): € 2.00

Contatti
Via Jacopo Barozzi, 71
01100 Loc. Bagnaia (Viterbo)

T./F. +39 0761 288008

www.polomusealelazio.beniculturali.it

Lazio

Villa Lante

Bagnaia, Viterbo

Giardino storico
Animali domestici vietati
Parcheggio
Parzialmente accessibile ai disabili

Come arrivare

In auto
Dall'Autostrada A1 uscita Attigliano e proseguire su SP Bomarzese. Continuare seguendo le indicazioni per SS675 uscita Bagnaia-Montefiascone e proseguire verso Bagnaia.

Parcheggio
Possibilità di parcheggio esterno comunale)

In aereo
Distanza dall'Aeroporto Leonardo Da Vinci di Roma: 134Km

Cenni storici

Tra le ville, i complessi monumentali, le dimore storiche e i castelli presenti sul territorio viterbese, villa Lante interpreta meglio di tutti il più attuale concetto di rapporto tra architettura e paesaggio ambiente, tra costruito e natura. Ideata come residenza estiva dei vescovi di Viterbo e realizzata tra il XVI e XVII secolo per volere del cardinale Raffaele Riario, nipote di papa Sisto IV della Rovere, la villa si trova a sud del borgo medioevale di Bagnaia, alle pendici dei monti Cimini ed è ad esso collegata attraverso tre assi viari convergenti verso la piazza principale.

Il parco attualmente è annesso solo in piccola parte alla villa e originariamente era destinato ad attività venatoria e al riposo. Nel 1566 il cardinale Gian Francesco De Gambara, affascinato dal luogo, commissionò al celebre architetto Jacopo Barozzi, detto il Vignola, un progetto che desse concretezza e originalità alla sua idea.

Tra il parco di Villa Lante e il giardino formale esiste un rapporto tematico, costituito da numerose fontane presenti nel parco con elementi scolpiti in peperino e sedili distribuiti lungo i 18 ettari per gratificare la sosta durante le passeggiate. Il giardino formale è delimitato dal muro di cinta che costeggia la strada romana e, verso il parco, da muri di terrazzamento. Inizia alla sommità della Grotta del Diluvio, sullo stesso terrazzamento, circondata da alte siepi di bosso e sedili in peperino, si trova la fontana dei Delfini.

Il parterre è dominato al centro da una grande fontana quadrata, contornata da aiuole di bosso che, oltre a disegnare fantasiose forme geometriche, è modellato a mò di vasca. La fontana detta dei Mori è ripartita in quattro vasche che presentano al centro una barchetta occupata da un guerriero.