Great Gardens of the WorldGardens of SwitzerlandComo the electric lakeThe Great Green
void

Grandi Giardini Italiani Srl

c/o Villa Erba
Largo Luchino Visconti, 4
22012 Cernobbio (COMO)
Italy

Completa il tuo viaggio con Trenitalia. Acquista qui.
RADO Master of Materials
Gioca alla Caccia al Tesoro Botanico
Scopri i consigli di Compo
Scopri i consigli di Compo

Grandi Giardini Italiani Srl

Villa Erba - Cernobbio (CO) - Italia

Copyright Grandi Giardini Italiani Srl
P.I. 01151590112
Informazioni
sul giardino

Orari di apertura
Stagione 2021
Tutti i giorni dalle 10:00 alle 17:30 (ultimo ingresso)
Chiusura Palazzo ore 18:00
Chiusura Giardini ore 18:30

Ingresso
Palazzo e Giardino
Singoli adulti: € 15.00
Singoli ragazzi*: € 8.50
Gruppi adulti**: € 12.00
Gruppi ragazzi***: € 6.00

*Ragazzi: dai 6 ai 15 anni. Sotto i 6 anni ingresso gratuito.
**Gruppo: minimo 18 persone. È prevista una gratuità ogni 18 ingressi paganti.
*** È prevista una gratuità per l'insegnante ogni 13 alunni paganti.
Disabilità: ai visitatori con invalidità certificata pari o superiore al 30% è riservato uno sconto del 50% applicabile anche all'accompagnatore.
Speciale famiglia: 2 biglietti adulto + 2 biglietti ragazzo. Il secondo biglietto ragazzo è gratuito.

NEW --- dal 6 agosto 2021
per accedere ai siti di Terre Borromeo sarà obbligatorio essere in possesso di Green Pass o di certificato che attesti esito negativo a test molecolare o
antigenico rapido effettuato entro 48 ore precedenti la visita.
La documentazione dovrà essere esibita all'ingresso delle strutture.

Contatti
28838 Stresa (VB) Italia
T. +39 0323 933478

www.isoleborromee.it

Piemonte

Isola Madre

Stresa, Verbano-Cusio-Ossola

Giardino botanico
Acquista il biglietto
Ristorazione
In Nome della Rosa

© Courtesy Terre Borromeo

© Courtesy Terre Borromeo

© Courtesy Terre Borromeo

© Courtesy Terre Borromeo

© Courtesy Terre Borromeo

© Courtesy Terre Borromeo

Come arrivare

In auto
Autostrada dei Laghi, direzione Gravellona Toce, uscita Carpugnino seguire le indicazioni per Stresa.

In battello
L'Isola Bella e l'Isola Madre si raggiungono da Stresa, Arona, Pallanza, Locarno, Laveno ecc. con i battelli della Navigazione Lago Maggiore.
Per informazioni: numero verde 800 551801, oppure consulta il sito www.navigazionelaghi.it.
Sul lago sono attive diverse società di navigazione che offrono possibilità di spostamento a tutte le ore e per tutte le destinazioni.

In treno
Ferrovie dello Stato, linea Milano-Sempione, fermata Stresa, coincidenza con il battello. Ferrovie Nord, linea Milano-Laveno, fermata Laveno, a pochi metri si trova l'imbarco sul battello o l'aliscafo.

Cenni storici

''L'isola Madre. È il luogo più voluttuoso che abbia mai visto al mondo.''
(G. Flaubert, 1845)

A rendere unica questa magica Isola è il lussureggiante giardino che ospita essenze vegetali rare ed esotiche, provenienti dalle più diverse latitudini, a dimostrazione dell'interesse nei secoli della Famiglia Borromeo per la botanica. Inizialmente frutteto, poi uliveto e ancora agrumeto, l'Isola Madre ai primi dell'800 assunse l'attuale aspetto di parco all'inglese.
Esperti giardinieri e botanici, aiutati da un perfetto clima mite, hanno saputo nel tempo integrare le collezioni con nuove specie, offrendo al visitatore fioriture continue ed esuberanti.
Fra tutte, imperdibili, quelle primaverili di rododendri, camelie, azalee, magnolie, e tra quelle estive, la Bougainvillea e la Millettia japonica. Non mancano tappeti multicolori, pergolati di glicini e ninfee. Simbolo dell'Isola è il magnifico, secolare, esemplare di Cipresso del Kasmir, divelto da una tromba d'aria nel 2006 e oggi, come un miracolo della natura, di nuovo rifiorito.
Dal 2002 il giardino fa parte - insieme a quello dell'Isola Bella - del prestigioso circuito inglese della Royal Horticultural Society.
Accanto alla loggia del Kashmir si innalza il Palazzo cinquecentesco che conserva prestigiosi arredi di Casa Borromeo. Un edificio elegantemente sobrio come una dimora di campagna, dove il visitatore può ammirare trompe-l'œil alle pareti, collezioni di porcellane, arredi preziosi e l'inusuale presenza di teatrini e marionette, destinati all'intrattenimento e allo svago dei membri della famiglia e degli amici. Una straordinaria raccolta di apparati scenici, allestimenti e copioni, in stato di conservazione esemplare, rappresenta il patrimonio e la testimonianza di importanti collaborazioni della Famiglia, come Alessandro Sanquirico, scenografo di Teatro alla Scala che lavorò fino al 1832 per casa Borromeo e il successore Carlo Fontana che nel decennio successivo espresse la sua vena naturalistica e romantica.