Great Gardens of the WorldGardens of SwitzerlandComo the electric lakeThe Great Green
void

Grandi Giardini Italiani Srl

c/o Villa Erba
Largo Luchino Visconti, 4
22012 Cernobbio (COMO)
Italy

Completa il tuo viaggio con Trenitalia. Acquista qui.
RADO Master of Materials
Gioca alla Caccia al Tesoro Botanico
Scopri i consigli di Compo
Scopri i consigli di Compo

Grandi Giardini Italiani Srl

Villa Erba - Cernobbio (CO) - Italia

Copyright Grandi Giardini Italiani Srl
P.I. 01151590112
Informazioni
sul giardino

Orari di apertura
Stagione 2021
Dal 29 maggio, dalle ore 10:00 alle 18:00 con orario continuato
Ultimo ingresso per visitare solo il parco: ore 17:15
Ultima visita guidata degli interni ore 16:30 (45 minuti)
Consigliamo di essere qui non oltre le ore 15:30

La prenotazione è consigliata in settimana e obbligatoria il sabato e nei festivi

Chiusura: lunedì e mercoledì non festivi

GREEN PASS
In base alle disposizioni del D.L. 105 23/07/2021, a partire da venerdì 6 agosto l'accesso a tutti i Beni FAI sarà possibile solo alle persone in possesso della certificazione verde Covid-19 (Green Pass). La certificazione verde è richiesta anche per l'ingresso ai Beni di carattere naturalistico. Per i bambini al di sotto dei 12 anni il Green Pass non è obbligatorio.

Ingresso
Parco + Villa
Adulti: € 22.00
Bambini (6 - 18 anni): € 12.00
Studenti (fino a 25 anni): € 16.00
Iscritti FAI: € 4.00
Bambini (0-5) e Residenti: gratuito

Giardini
Adulti: € 11.00
Bambini (6 - 18 anni): € 6.00
Famiglia (2 adulti + 2 bambini): € 30.00
Soci National Trust e studenti (fino a 25 anni): € 9.00
Bambini (0-5): gratuito
Iscritti FAI e residenti: gratuito

*In caso di manifestazioni il prezzo può subire variazioni

Contatti
Via Guido Monzino, 1
22016 Tremezzina (CO)

T. +39 0344 56110

www.fondoambiente.it

Lombardia

Villa del Balbianello - FAI

Tremezzina, Como

Giardino storico

Come arrivare

In auto
Da Como: SS340 per Menaggio
Da Milano: Autostrada A9 Milano-Laghi uscita Lago di Como, e proseguire per SS340 per Menaggio
Dalla Svizzera (Lugano): Strada Lugano-Menaggio, proseguire su SS340 direzione Como. Proseguire fino a Lenno

In treno
I treni provenienti dalla Germania e dalla Svizzera e diretti a Milano Centrale fermata stazione di Como San Giovanni.
Da Milano Centrale ogni ora partono treni diretti alla Stazione di Como San Giovanni. Da Como è possibile raggiungere Lenno in battello o in pullman.

A piedi
L'accesso alla Villa è a piedi da Lenno (circa 1 km) con un tratto in salita, percorribile in 25 minuti circa

In taxiboat
Dal Lido di Lenno corsa a pagamento

In pullman
Da Como a Lenno autobus di linea SPT C10.

In battello
Utilizzare i battelli della Navigazione Como Laghi, scalo di Lenno
Informazioni www.navigazionelaghi.it

Presentazione

Incastonata nello straordinario paesaggio del lago di Como, Villa del Balbianello sorge sulla romantica penisola di Lavedo, immersa in una vegetazione lussureggiante con ripide pareti di roccia a picco sulle acque.

La costruzione della Villa e della loggia risale alla fine del Settecento, quando il cardinal Angelo Maria Durini acquistò il promontorio per edificarvi un'appartata dimora di villeggiatura e di svago letterario. La Villa successivamente passò in eredità al patriota Luigi Porro Lambertenghi, nipote del Durini, nel 1919 venne acquistata dal generale americano Butler Ames, che ne fece la propria casa di villeggiatura, e alla morte gli eredi vendettero la Villa all'imprenditore milanese Guido Monzino.

Unico nel suo genere è lo scenografico parco, con i viali alberati, le aiuole fiorite e i numerosi punti panoramici affacciati sul lago, progettato alla fine del XVIII secolo per voler del cardinale Durini. La sua realizzazione fu molto impegnativa a causa della conformità del territorio: la costruzione sorge infatti su un promontorio roccioso e scosceso con pochissima terra di coltivo. Il giardino non rientra facilmente nella consueta classificazione degli stili paesaggistici. Si tratta appunto di un unicum in cui si intrecciano elementi di giardino all'italiana, peculiarità del giardino all'inglese e aspetti del giardino alla francese. Due fattori rendono il parco scenografico: la presenza di rampicanti e le artistiche potature ad ombrello nell'area antistante la Villa e a candelabro nella loggia.

L'ultima trasformazione risale agli anni Settanta quando Guido Monzino diede inizio al restauro per ricreare l'aspetto dei tempi del cardinale Durini; con questi interventi il giardino riacquistò così la forma della sua ideazione settecentesca.