Great Gardens of the WorldGardens of SwitzerlandComo the electric lakeThe Great Green
void

Grandi Giardini Italiani Srl

c/o Villa Erba
Largo Luchino Visconti, 4
22012 Cernobbio (COMO)
Italy

Completa il tuo viaggio con Trenitalia. Acquista qui.
RADO Master of Materials
Gioca alla Caccia al Tesoro Botanico
Scopri i consigli di Compo
Les Plus Beaux Jardins de France

Grandi Giardini Italiani Srl

Villa Erba - Cernobbio (CO) - Italia

Informazioni
sul giardino
Orari di apertura
Aperto tutti i giorni, eccetto il 1 Gennaio e il 25 Dicembre

Gennaio - Febbraio: 9:00 - 17:00
Marzo: 9:00-18:00
Aprile: 9:00 - 19:00
Maggio - Agosto: 9:00 - 20:00
Settembre: 9:00 - 19:00
Ottobre: 9:00-18:00
Novembre - Dicembre: 9:00 -17:00

GREEN PASS: dal 6 agosto 2021, l'accesso sarà consentito dietro presentazione del green pass corredato da un documento di identità, in ottemperanza alle disposizioni governative vigenti (D. L. 23/07/2021). L'Orto Botanico è un museo del Sistema Museale di Ateneo e in quanto tale soggetto al suddetto decreto valido per tutti i musei, istituti, luoghi della cultura e mostre.
Le disposizioni non si applicano ai bambini 12 anni e ai soggetti esenti, con specifica certificazione medica.
Ingresso
Intero: € 6.00
Ridotto: € 3.00
Biglietto famiglia (2 adulti + max 3 bambini under 12 anni): € 15.00
Disabili e studenti UNIPA: gratuito
Contatti
Via Lincoln, 2
90133 Palermo

T. +39 091 23891236
T. +39 091 23891249

www.ortobotanico.unipa.it

Sicilia

Orto Botanico di Palermo

Palermo

Orto botanico
Accessibile ai disabili
Adatto a famiglie
Pet Friendly

Come arrivare

In auto
Dall'autostrada A19 Palermo-Catania o A20 Palermo-Messina: seguire le indicazioni che conducono al porto, salvo poi inoltrarsi sulla via Lincoln in prossimità del Foro Italico.
Dall'autostrada A29 Palermo-Mazara del Vallo: prendere lo svincolo “Brasa” della Circonvallazione Sud Est per via Ernesto Basile direzione Stazione centrale.

In treno
L'Orto botanico dista circa 600 metri dalla Stazione centrale di Palermo (Piazza Giulio Cesare), direzione mare, lungo la via Lincoln.

In aereo
Distanza dall'Aeroporto di Palermo Falcone Borsellino: 30Km
Distanza dall'Aeroporto di Catania Fontarossa: 204Km

Presentazione

L'Orto Botanico di Palermo è una delle più importanti istituzioni accademiche italiane e rappresenta, certamente, quella che meglio di altre coniuga realtà scientifica e territorio.

Considerato come un enorme museo all'aperto, al suo interno sono conservati reperti vivi, bisognosi di cure costanti e appropriate. La peculiarità di questo Orto è rappresentata dalla grande ricchezza di specie ospitate e dalla monumentalità di alcune di esse.

Le favorevoli condizioni climatiche di Palermo ne fanno un luogo di delizie ricco di espressioni di flore diverse. Molto cospicua è, infatti, la componente vegetale mediterranea, tropicale e subtropicale alla quale, però, si sono uniti altri numerosissimi elementi di flore esotiche. L'Orto botanico è una istituzione dell'Università degli Studi di Palermo che risale al 1789 e rappresenta il nucleo storico attorno al quale la Botanica accademica si è sviluppata a partire dal 1795, data in cui esso fu solennemente inaugurato.

La sua attuale estensione, circa 10 ettari, fu raggiunta soltanto nel 1906 in seguito a diversi, successivi, ampliamenti. Adornato da numerose statue e bassorilievi, confinante con la storica Villa Giulia, l'Orto botanico di Palermo vanta un'attività di oltre duecento anni che ha consentito lo studio e la diffusione, in Sicilia, in Europa e in tutto il Bacino mediterraneo, di innumerevoli specie vegetali molte originarie delle regioni tropicali e subtropicali.

Sebbene quasi tutte le piante che vivono all'aperto nell'Orto possono essere facilmente coltivate nella Conca d'Oro, è certamente straordinario che esse qui riescano a raggiungere sviluppo e dimensioni uguali o quasi a quelle che raggiungono nel loro ambiente naturale. Le collezioni scientifiche hanno una consistenza, stimata in difetto, di circa 12 mila specie, disposte secondo criteri sistematici (il sistema sessuale di Linneo e filogenetico di Engler) o secondo criteri bio-ecologici (l'Aquarium) e geografici. Di rilievo le collezioni di succulente, palme e cicadee. Non mancano esempi rappresentativi della flora regionale.