Great Gardens of the WorldGardens of SwitzerlandComo the electric lakeThe Great Green
void

Grandi Giardini Italiani Srl

c/o Villa Erba
Largo Luchino Visconti, 4
22012 Cernobbio (COMO)
Italy

Completa il tuo viaggio con Trenitalia. Acquista qui.
RADO Master of Materials
Gioca alla Caccia al Tesoro Botanico
Scopri i consigli di Compo
Scopri i consigli di Compo

Grandi Giardini Italiani Srl

Villa Erba - Cernobbio (CO) - Italia

Informazioni
sul giardino

Orari di apertura
Stagione 2021
Da aprile al 31 ottobre

GREEN PASS: è possibile visitare l'Isola anche senza green pass. Il green pass è necessario invece per accedere alle sale interne (10/15 minuti della visita di 2 ore e 15 minuti)

Ingresso
Adulti: da € 32.00 a € 40.00 (in base al porto di partenza)
Bambini: da € 18.00 a € 24.00 (in base al porto di partenza)

Il prezzo include imbarco A/R, visita guidata e drink di benvenuto

Contatti
Via Isola del Garda
25010 S. Felice del Benaco (BS)

M. +39 328 6126943
M. +39 388 4971640

www.isoladelgarda.com

Lombardia

Isola del Garda

S. Felice del Benaco, Brescia

Giardino storico
Parzialmente accessibile ai disabili
Pet Friendly
In Nome della Rosa

© Dario Pironi

© Grandi Giardini Italiani

© Grandi Giardini Italiani

© Grandi Giardini Italiani

© Grandi Giardini Italiani

© Grandi Giardini Italiani

© Grandi Giardini Italiani

© Grandi Giardini Italiani

© Grandi Giardini Italiani

© Dario Pironi

Cenni storici

L'Isola del Garda è un luogo di rara bellezza, scoglio pittoresco che accolse popoli antichi e fu poi dimora di S. Francesco, S. Antonio da Padova, S. Bernardino da Siena e, probabilmente, Dante Alighieri. Affacciato a sud si erge l'elegante palazzo dei primi del Novecento in stile neogotico-veneziano. Ai suoi piedi terrazze e giardini all'italiana digradano fino al lago.

Già abitata in epoca romana, l'isola venne adibita a riserva di caccia fino all'anno 879. Divenne poi dominio di Carlomanno che, in seguito, la donò ai monaci. Nel 1221 S. Francesco d'Assisi edificò sugli scogli un semplice romitorio. Qui il francescano Francesco Licheto teneva pubbliche lezioni di filosofia e teologia: alla sua morte cominciò la decadenza dell'eremo e nel 1803 l'ordine religioso fu soppresso. L'isola divenne proprietà dello Stato, poi passò di mano in mano; nel 1860 fu adibita ad avamposto militare, e a fine secolo divenne proprietà del duca De Ferrari di Genova, che affidò la costruzione della splendida villa all'architetto Luigi Rovelli.
La figlia del duca, Anna Maria, moglie del principe Scipione Borghese, arricchì il giardino con fiori ed essenze esotiche e, dopo di lei, sua figlia Livia, sposa del conte Alessandro Cavazza, ebbe cura di quel paradiso per oltre 50 anni.
Ereditata dal figlio Camillo, l'isola è attualmente affidata alle cure della moglie di questi, Charlotte Chetwynd Talbot, e dei sette figli: Sigmar, Livia, Eric, Ilona, Alberta, Christian e Lars Patrick.

Oltre alla straordinaria villa, ricca di particolari architettonici sorprendenti, l'Isola del Garda deve il suo incomparabile fascino ai magnifici giardini all'italiana e alla vegetazione rigogliosa e intatta, ricca di piante locali, esotiche, essenze rare e fiori unici.

Da sapere

Sono ammessi cani di piccola taglia (trasportabili in braccio o in una borsa) sono ammessi. I cani devono essere condotti al guinzaglio per la visita degli esterni, per la visita degli interni devono essere tenuti in braccio.

E' vietato fotografare l'interno della villa, ma è possibile fotografare i giardini e gli esterni durante la visita.

Isola del Garda è uno dei dieci finalisti del Concorso Il Parco più Bello, categoria Parchi e Giardini Privati.

Isola del Garda è espressione di uno straordinario connubio di natura e architettura; un luogo incantevole che ammalia il visitatore al primo sguardo.

Bisognerà attendere la fine dell'estate affinchè il Comitato Scientifico, composto da sei esperti del settore, proclamerà il Giardino più bello!
Img

Arch. Luigi Rovelli