Great Gardens of the WorldGardens of SwitzerlandComo the electric lakeThe Great Green
void

Grandi Giardini Italiani Srl

c/o Villa Erba
Largo Luchino Visconti, 4
22012 Cernobbio (COMO)
Italy

Completa il tuo viaggio con Trenitalia. Acquista qui.
RADO Master of Materials
Gioca alla Caccia al Tesoro Botanico
Scopri i consigli di Compo
Scopri i consigli di Compo

Grandi Giardini Italiani Srl

Villa Erba - Cernobbio (CO) - Italia

Informazioni
sul giardino

Orari di apertura
Stagione 2021
21 Maggio - 30 Settembre: 9.00 - 18.00
Ottobre: 9.00 - 17.00
Novembre - Dicembre: 9.00 - 15.30

GREEN PASS
A partire dal 6 Agosto 2021 e sino a diversa disposizione, in rispetto delle disposizioni governative previste per tutti i luoghi di cultura italiani (rif. D.L. del 23 luglio 2021), è obbligatorio che tutti i visitatori esibiscano il Green Pass corredato da un valido documento di identità per accedere al Museo Villa San Michele, per la partecipazione alle rassegne culturali e per effettuare la consumazione nell'area interna del Café Casa Oliv.

Le disposizioni non si applicano ai bambini di età inferiore ai 12 anni e ai soggetti con certificazione medica specifica.

Ingresso
Adulti: € 10.00
Giovani e studenti: € 6.00
Bambini (fino a 10 anni): gratuito
Scolaresche: € 4.00
Convenzioni per gruppi

Contatti
Viale Axel Munthe, 34
80071 Anacapri
Isola di Capri (NA)

T. +39 081 8371401

www.villasanmichele.eu

Campania

Villa San Michele

Anacapri - Isola di Capri, Napoli

Giardino storico
Adatto a famiglie
Parzialmente accessibile ai disabili
Pet Friendly
Ristorazione
Wi-Fi Area

© Raffaele Lello Mastroianni

© Raffaele Lello Mastroianni

© Raffaele Lello Mastroianni

© Andrea Sabbadini

© Stefan Andersson

© Marcello Di Pace

Il Giardino di Villa San Michele

La casa editrice di Grandi Giardini Italiani, il network dei più bei giardini visitabili in Italia, ha realizzato un nuovo Garden Book dedicato al Giardino di Villa San Michele scritto da Maria Pace Ottieri.

In Il giardino di Villa San Michele, Maria Pace Ottieri racconta la vicenda personale di Munthe, il suo legame con la Regina di Svezia e la sua dedizione ai deboli e agli animali: una grande storia d'amore e di passione per l'arte, all'insegna di un legame inscindibile tra Italia e Svezia.
Img

Appunti di viaggio

Sul promontorio di Anacapri, l'altopiano più famoso dell'Isola e quello in cui ancora oggi si respira l'immagine cinematografica della “dolce vita” di Capri, si erge la Casa Museo di Axel Munthe, un gioiello di arte e di botanica, dalla quale si ha una vista mozzafiato sul Golfo di Napoli.
L'isola, che insieme alla vicina Ischia si contende lo scettro di regina del golfo partenopeo, è un'esplosione di colori, suoni, odori che merita di essere vissuta almeno una volta nella vita.
Dalla costa frastagliata apprezzata per le sue cale e le sue grotte, tra cui spicca la famosa Grotta Azzurra, passando per gli altopiani fino alle cime del Monte Solaro e del Monte Tiberio, è un susseguirsi di paesaggi pittoreschi. Il fascino dell'Isola si lega nella memoria anche ai Faraglioni, tre piccoli isolotti rocciosi posti a sud-est, che si possono ammirare dai Giardini di Augusto, il parco cittadino di Capri. Il Faraglione di Terra, così chiamato perché attaccato alla terraferma, sarà il primo ad incrociare il vostro sguardo, seguito poi dal Faraglione di Mezzo e dal Faraglione di Fuori, l'ultimo proteso verso il mare e nel quale ha stabilito dimora la leggendaria lucertola azzurra.

Per vivere il fascino di questo luogo lontano dal caos turistico, vi consiglio di evitare i mesi di luglio e agosto e di partire alla scoperta dell'isola al mattino presto: prima tappa Porto di Marina Grande per un'escursione in motoscafo alla Grotta Azzurra. Al rientro prendete il bus per Anacapri e chiedete all'autista di indicarvi la fermata di Piazza Vittoria da dove si prende la seggiovia per il Monte Solaro, che con i suoi 589 metri è il punto più alto dell'isola dal quale si schiudono emozionanti panorami. Proseguite poi con una visita alla Villa di San Michele, che si raggiunge facilmente dalla fermata della seggiovia percorrendo Via Capodimonte, anche nota come Via Axel Munthe. Vi attende una breve passeggiata in una delle vie storiche di Anacapri animata da piccole botteghe artigianali. Qui, dopo una visita ai giardini e alla Casa Museo, fermatevi per una pausa pranzo al Café Casa Oliv, elegante caffetteria con incredibile vista sul golfo di Napoli. Lasciata la Villa potete scegliere di raggiungere il centro di Capri in due modi: con il bus o percorrendo gli 800 gradini della famosa “scala fenicia” che vi condurranno al Porto e da qui prendere la funicolare che collega il porto con la famosa Piazzetta. Ora è il momento di gustarsi un ottimo caffè e di immergersi nella famosa atmosfera della ''dolce vita” proseguendo la passeggiata lungo Via Vittorio Emanuele che vi condurrà ai Giardini d'Augusto e al suo fantastico belvedere sui Faraglioni. Non mancate poi di percorrere le vie dello shopping animate da piccole botteghe e negozi di design.

Come arrivare

Trasporti marittimi
Per chi viene da Napoli ci sono due punti di imbarco per Capri collegati da un servizio navetta gratuito: Molo Beverello da cui partono gli aliscafi o da Calata Porto di Massa da dove partono Navi veloci e traghetti.

Accessibilità

Essendo la Casa Museo una costruzione di metà ottocento è parzialmente accessibile.
Purtroppo il giardino che è posto al primo piano non è accessibile alle persone con invalidità motoria grave.

Cenni storici

Villa San Michele fu fra il 1896 e il 1907 la residenza del suo creatore svedese, il medico di corte e scrittore Axel Munthe. Poco dopo il successo del libro La Storia di San Michele, nel 1929, la villa fu aperta al pubblico e da allora non è mai cessato il flusso di visitatori. La proprietà è situata sul versante nord-orientale di Anacapri, a 327 m sul livello del mare, e gode di una delle più straordinarie viste del Golfo di Napoli.
Anticamente sorgeva qui una villa imperiale romana, le cui rovine, conservate da Axel Munthe, sono visibili nel giardino. Nella zona vi erano inoltre le rovine di una cappella medievale che, dopo varie vicende, ebbe l'attuale sistemazione.

La visione complessiva del giardino, della struttura architettonica e della collezione artistica è un'esperienza unica nel suo genere e rispecchia il gusto romantico e simbolista tipico del periodo a cavallo tra Ottocento e Novecento. Della costruzione colpisce l'apertura ad accogliere il mare e il cielo, indicata nel libro La storia di San Michele come un preciso obiettivo da raggiungere: “Voglio che la mia casa sia aperta al sole, al vento e alla voce del mare, come un tempio greco, e luce, luce, luce dovunque!”. Nel particolare microclima del giardino, ideato dallo stesso Munthe, convivono piante della flora mediterranea e di altri continenti. Tra le rarità Kochia saxicola, pianta in via d'estinzione, che è sopravvissuta solo a Capri e Strombolicchio.

Villa San Michele è un museo, e il suo bar panoramico, Cafè Casa Oliv, ha un'incredibile vista su tutto il Golfo di Napoli. La struttura ospita studiosi e artisti svedesi, ed ogni anno offre un ricco cartellone di eventi culturali: concerti, mostre, spettacoli di teatro, e su richiesta è possibile organizzare eventi privati.

Alle spalle della villa il Monte Barbarossa, sul quale sorge l'omonimo castello. È un importante punto di sosta per gli uccelli migratori ed ospita una stazione ornitologica.

Axel Munthe