Great Gardens of the WorldGardens of SwitzerlandComo the electric lakeThe Great Green
void

Grandi Giardini Italiani Srl

c/o Villa Erba
Largo Luchino Visconti, 4
22012 Cernobbio (COMO)
Italy

Completa il tuo viaggio con Trenitalia. Acquista qui.
RADO Master of Materials
Gioca alla Caccia al Tesoro Botanico
Scopri i consigli di Compo
Scopri i consigli di Compo

Grandi Giardini Italiani Srl

Villa Erba - Cernobbio (CO) - Italia

Copyright Grandi Giardini Italiani Srl
P.I. 01151590112
Informazioni
sul giardino

Orari di apertura
Aperto tutti i giorni, dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 14:00 al tramonto
Orario continuato nei fine settimana e nei festivi

Prenotazione consigliata

Ingresso
Intero: € 11.00
Ridotto gruppi (min. 20 persone): € 9.00
Ragazzi (fino a 14 anni): € 6.50

Visita guidata su prenotazione prezzo su richiesta

Contatti
Via Diana, 2
35030 Valsanzibio di Galzignano Terme (PD)

T. +39 049 9131065
M. +39 340 0825844

www.valsanzibiogiardino.it

Veneto

Giardino Monumentale di Valsanzibio

Valsanzibio di Galzignano Terme, Padova

Giardino storico
Pernottamento
Pet Friendly
Ristorazione

© Grandi Giardini Italiani

© Nic Barlow

© Nic Barlow

© Grandi Giardini Italiani

© Grandi Giardini Italiani

© Grandi Giardini Italiani

© Grandi Giardini Italiani

© Grandi Giardini Italiani

Come arrivare

In auto
Autostrada A13 Bologna-Padova uscita Terme Euganee. Continua su Via Mincana/Strada Provinciale 9/SP9 fino alla tua destinazione a Valsanzibio

Cenni storici

Valsanzibio fu portato allo splendore nella seconda metà del Seicento dal nobile veneziano Zuane Francesco Barbarigo e dal figlio Antonio.
Il primogenito Gregorio, cardinale e futuro santo, ispirò la simbologia del monumentale impianto dell'architetto pontificio Luigi Bernini.
Settanta statue in buona parte dovute al Merengo e altrettante sculture minori si integrano ad architetture, cascate, fontane, scherzi d'acqua su 15 ettari nella natura intatta dei colli.

L'itinerario salvifico inizia col paganeggiante portale di Diana. Un tempo vi si giungeva in barca attraverso la valle da pesca di Sant'Eusebio (da cui ValSanZibio), ora limitata a vestigia. Varcato l'ingresso si costeggia il Bagno di Diana, la fontana dell'iride e la peschiera dei Venti; si percorre il Gran Viale con statue, fontane e scherzi e la scalinata delle Lonze. Sul piazzale della villa otto figure allegoriche fanno corona alla fontana dell'Estasi, meta finale del simbolico itinerario.

Fiancheggiano il percorso il Palazzo di Verzura, un labirinto di bossi e il romitorio. A ovest del Gran Viale un isolotto, con variopinti coni- gli, è l'unica garenna di ispirazione antico romana oggi esistente. Su un'altura è collocato, fulcro del cammino salvifico, il monumento al Tempo. Il complesso, integro nelle componenti architettoniche, scultoree e vegetali grazie ai Barbarigo fino al 1804, è poi passato al patrizio veneziano Marco Antonio Michiel, dal 1835 ai conti Martinengo da Barco, poi ai conti Donà delle Rose e dal 1929 ai nobili Pizzoni Ardemani, attuali proprietari. Dopo aver riparato i gravi danni dell'ultima guerra, essi hanno ripristinato sorgenti, cisterne, canalizzazioni e invasi restituendo splendore a 16 fontane, 4 peschiere, 3 scherzi d'acqua e ad altri 10 fra ruscelli, laghetti e polle.