Grandi Giardini Italiani Srl

c/o Villa Erba
Largo Luchino Visconti, 4
22012 Cernobbio (COMO)
Italy

© Archivio Fondazione Roffredo Caetani

© Archivio Fondazione Roffredo Caetani

© Archivio Fondazione Roffredo Caetani

© Archivio Fondazione Roffredo Caetani

© Archivio Fondazione Roffredo Caetani

© Archivio Fondazione Roffredo Caetani

© Archivio Fondazione Roffredo Caetani

Lazio

Giardino di Ninfa

Cisterna di Latina, Latina

Giardino paesaggistico
Dove mangiare
Parcheggio
Pet Friendly

Il Giardino di Ninfa nasce nel 1920 sui resti di un'antica città medievale.
La storia di questo luogo ha però inizio ai tempi dei romani con un piccolo tempio dedicato alle divinità delle acque sorgive e si consolida nell'VIII secolo quando l'insediamento entrò a far parte dell'amministrazione pontificia e, successivamente, dei possedimenti di varie famiglie nobili del territorio del Lazio.

I Caetani ne diventano proprietari intorno al 1200 grazie al supporto di Benedetto Caetani noto come Papa Bonifacio VIII. La città divenne un centro importantissimo, soprattutto sul piano commerciale. Un potere e una ricchezza che la portò al centro di scontri durissimi culminati, nel 1382 con la sua distruzione. I resti, divenuti poi rovine, rimasero abbandonati per secoli fino a quando, agli inizi del ‘900, i Caetani decisero di tornare nei loro possedimenti, consapevoli che la valorizzazione delle immani risorse storiche, ambientali e culturali di Ninfa passasse attraverso la promozione della bellezza naturale del sito. In questo momento comincia a prendere forma il Giardino di Ninfa.

L'opera inizia nel 1920 con Gelasio Caetani, che, confrontandosi con la madre inglese, Ada Bootle Wilbraham, impianta un grande numero di essenze. Mentre il Municipio diventa la casa di campagna della famiglia, egli riorganizza il sistema idrico e sfrutta la potenza delle acque per realizzare delle suggestive vie fluide formate dal susseguirsi di laghetti, cascate e ruscelli che si insinuano nella vegetazione. 
Alla sua scomparsa, avvenuta nel 1934, ad occuparsi del Giardino sono il fratello Roffredo, musicista e compositore, e la moglie Marguerite Chapin, americana e instancabile mecenate, letterata, giornalista e collezionista d'arte oltre che editore di due importanti riviste letterarie: Commerce e Botteghe Oscure. Ninfa diventa, in quegli anni, un polo culturale e luogo di ispirazione di alcuni tra i più importanti scrittori dell'epoca.  Solo per citarne alcuni: Giorgio Bassani, Gabriele D'Annunzio, Alberto Moravia, Ignazio Silone, Pier Paolo Pasolini, Carlo Levi, Elsa Morante, Pietro Citati, Attilio Bertolucci tra gli italiani, e Boris Pasternak, Virginia Woolf, T. S. Eliot, Philippe Jaccottet, tra gli stranieri. Nel 1950 Roffredo affida il giardino a sua figlia Lelia di cui conosceva le doti pittoriche e la profonda sensibilità verso il mondo della natura. La nobildonna crea il giardino dell'arte e le sue qualità di pittrice le permettono di ottenere effetti cromatici di grande suggestione. La principessa, prima della sua scomparsa, ha voluto costituire la Fondazione Roffredo Caetani. Una istituzione che porta il nome del padre e che gestisce, da ormai più di cinquant'anni, i beni della nobile famiglia con l'obiettivo preciso di tutelare la memoria del Casato Caetani e di preservare il Giardino di Ninfa e il Castello Caetani di Sermoneta. Oggi il Giardino di Ninfa ospita più di 1500 piante provenienti da ogni angolo del Mondo ed è Monumento Naturale della Regione Lazio.

Informazioni per la visita

LUOGO
Il Giardino di Ninfa si trova a Cisterna di Latina, in provincia di Latina, tra i comuni di Norma e Sermoneta.
La zona non è servita da mezzi pubblici, ed è raggiungibile esclusivamente con mezzi propri anche se si può arrivare nei dintorni con il treno e servizio taxi dalla stazione di Latina Scalo (circa 7 km) al giardino.
Il Castello Caetani di Sermoneta dista dal Giardino di Ninfa circa 30 minuti in auto (circa 9km).

PARCHEGGIO
All'ingresso del giardino è presente un ampio parcheggio gratuito per auto e autobus.

ARRIVARE IN TRENO
Da Napoli centrale o da Roma Termini tutti i regionali e gli intercity che fermano alla stazione di Latina Scalo. Da li è possibile, in circa 10 minuti, raggiungere in taxi il Giardino di Ninfa (Radio Taxi Latina tel. 0773.17.47 attivo anche la domenica).

ARRIVARE IN AUTO
Per raggiungere il Giardino di Ninfa in auto da Roma è possibile imboccare dal raccordo la strada statale 148 e proseguire fino al bivio per Borgo Bainsizza. Da Napoli prendere l'autostrada A3 in direzione Roma e uscire a Frosinone.
Informazioni
Orari di apertura
Stagione 2024

Marzo: 16, 17, 23, 24, 30, 31
Aprile: 1, 6, 7, 13, 14, 20, 21, 25, 27, 28
Maggio:1, 4, 5, 11, 12, 18, 19, 25, 26
Giugno: 1, 2, 8, 9, 15, 16, 22, 23, 29, 30
Luglio: 6, 7, 13, 14, 19*, 20*, 21*,26*, 27*,28* (* dal 19 luglio al 11 agosto solo visita al tramonto)
Agosto: 2*, 3*, 4*, 9*, 10*, 11*, 15, 17, 18, 24, 25, 31 (* dal 19 luglio al 11 agosto solo visita al tramonto)
Settembre: 1, 7, 8, 14, 15, 21, 22, 28, 29
Ottobre: 5, 6, 12, 13, 19, 20, 26, 27
Novembre: 1, 2, 3

*Nelle giornate di apertura previste dal 19 luglio al 11 agosto solo visite al tramonto.

Prenotazioni solo sul sito www.giardinodininfa.eu dove sono disponibili informazioni tecniche su visite e ingressi.
Ingresso
Adulti: € 15.00
Under 12: gratuito
Contatti
Via Provinciale Ninfina 68
04012 Cisterna di Latina (LT)

T. 0773 1880888

www.giardinodininfa.eu
Grandi Giardini ItalianiGreat Gardens of the WorldGardens of SwitzerlandComo the electric lakeThe Great GreenAICC Associazione Imprese Culturali e Creative
< Indietro
Giardino di Ninfa
immagine

Biglietteria Grandi Giardini Italiani

Acquista il tuo passe-partout per i giardini più belli d'Italia