Great Gardens of the WorldGardens of SwitzerlandComo the electric lakeThe Great Green
void

Grandi Giardini Italiani Srl

c/o Villa Erba
Largo Luchino Visconti, 4
22012 Cernobbio (COMO)
Italy

Completa il tuo viaggio con Trenitalia. Acquista qui.
RADO Master of Materials
Scopri i consigli di Compo
Gioca alla Caccia al Tesoro Botanico
Les Plus Beaux Jardins de France
Pashmine d'artista

Grandi Giardini Italiani Srl

Villa Erba - Cernobbio (CO) - Italia

Informazioni
sul giardino
Orari di apertura
Aperta tutto l'anno eccetto nella stagione invernale
Ingresso
Giardino + Villa*
Intero: € 5.00
Ridotto (6-18 anni): € 2.00
Studenti fino a 25 anni: € 3.00
Famiglia (2 adulti e figli 6/18 anni): € 12.00
Membri FAI: gratuito

Gratuito per Residenti Comune di Lerici, Bambini fino a 5 anni, Soci National Trust, Soci Mécènes e Soci Bienfaiteurs Amis du Louvre, persone con disabilità con un accompagnatore

*Attualmente il Piano Nobile della Villa è in fase di restauro e pertanto si potrà accedere solo al Piano Terra.
Contatti
Via Militare, 33
19032 Lerici (SP)

M. +39 345 4338423

www.fondoambiente.it

Liguria

Villa Rezzola-FAI

Lerici, La Spezia

Giardino storico
Adatto a famiglie
Parzialmente accessibile ai disabili
Pet Friendly

© Davide Marcesini, Archivio FAI

© Fabrizio Giordano

© Fabrizio Giordano

© Davide Marcesini, Archivio FAI

© Davide Marcesini, Archivio FAI

© FAI-Fondo Ambiente Italiano

© Davide Marcesini, Archivio FAI

© Davide Marcesini, Archivio FAI

Come arrivare

In Treno
La stazione più vicina è Sarzana (15 minuti di auto).

Bus
Da Lerici è possibile raggiungere Pugliola anche con i bus di linea.

Parcheggio
La Villa non dispone di parcheggio privato.
Si consiglia ai visitatori di parcheggiare nel parcheggio a pagamento 100 mt prima dell'ingresso della Villa (Parcheggio Pugliola, via militare, fraz. Pugliola).

Informazioni utili

Accessibilità
Il Bene non è facilmente accessibile in caso di difficoltà motorie. Per maggiori dettagli, chiamare al 3454338423 oppure scrivere a faivillarezzola@fondoambiente.it

Cani
I cani sono ammessi nel parco se tenuti sempre al guinzaglio, mentre all'interno della Villa è consentito l'accesso solo ai cani di piccola taglia da tenere in braccio.

Cenni storici

Villa Rezzola è una antica dimora signorile immersa in un ampio e rigoglioso giardino terrazzato. Documentata già nel Settecento, essa sorge su resti medievali di origine militare e fu progressivamente ampliata e rimodernata nei due secoli successivi. Nel 1900 venne acquistata da Helen Lavinia e William Percy Cochrane, autori di buona parte delle trasformazioni. La proprietà passò nel 1935 alla contessa Mara Braida Carnevale e quindi a sua figlia Maria Adele detta Pupa, che qui visse con il marito Piero Gualberto Miniati e che con lui decise di lasciare Villa Rezzola in eredità al FAI ''perché fosse tutelata, valorizzata e resa accessibile a molti frequentatori”.

Dalle terrazze della casa si gode una vista eccezionale sul Golfo dei Poeti, che spazia da Lerici a Portovenere e che sin dall'Ottocento conquistò il cuore di una folta schiera di letterati e artisti, da Shelley e Byron a Lawrence. Altrettanto eccezionale è il giardino all'inglese: un lungo pergolato di glicine lo attraversa, separando boschetti e zone coltivate - un roseto, un orto e un frutteto -, da un monumentale prato, solcato da un viale per il passeggio, bordato da siepi con vasi fioriti e corredato di vasche e fontane. Grazie a una solida organizzazione del lavoro botanico, al complesso sistema idrico e alla presenza di edifici specifici, vengono create e cresciute direttamente in loco le piante destinate al giardino e i fiori da taglio. Molte e varie essenze ombreggiano il parco, rare e preziose come gli alberi di canfora e magnolia, ma anche cipressi, ulivi e un bosco di lecci che si estende su terrazzamenti che scendono fin quasi al mare.

Gli interni, perfettamente conservati negli arredi, nelle decorazioni e negli oggetti di famiglia, raccontano la storia inedita e affascinante di chi ha abitato la villa: dai nobili liguri Orazio ed Elisa Botti, ai facoltosi coniugi inglesi Cochrane, al capitano tedesco Rudolf Jacobs durante la Seconda Guerra mondiale, fino a Pupa Carnevale Miniati, che l'ha conservata con amore fino alla sua morte nell'inverno del 2020.