Grandi Giardini Italiani Srl

c/o Villa Erba
Largo Luchino Visconti, 4
22012 Cernobbio (COMO)
Italy

© Franco Papetti

© Franco Papetti

© Franco Papetti

© Franco Papetti

© Franco Papetti

© Franco Papetti

© Franco Papetti

© Franco Papetti

© Franco Papetti

Lombardia

Villa Melzi d'Eril

Bellagio, Como

Giardino storico
Accessibile ai disabili
Caccia al Tesoro Grandi Giardini Italiani
Dove dormire
Pet Friendly

Cenni storici

Francesco Melzi d'Eril, duca di Lodi, vicepresidente della prima Repubblica Italiana e amico personale di Napoleone, decise a inizio Ottocento di realizzare la residenza estiva a Bellagio, in un sito dall'incomparabile vista e dal clima mite. Se ne occupò Giocondo Albertolli, architetto di fiducia anche per il palazzo di Milano, mentre il parco venne affidato a Luigi Canonica e all'agronomo Luigi Villoresi, realizzatori del Parco di Monza.
In stile neoclassico, la villa fu terminata nel 1810 e deve in parte il suo fascino allo straordinario parco affacciato sul lago e agli espedienti adottati per dilatare otticamente lo spazio, in realtà angusto, tra l'incipiente collina (a sua volta parco monumentale) e lo specchio d'acqua.

Ad accogliere il visitatore un laghetto di ninfee, poco oltre un chiosco in stile moresco con incantevole veduta su Bellagio e, di fronte, il monumento a Dante e Beatrice del Comolli, che pare abbia ispirato la Sonata a Dante di Liszt. Lungo il lago, accanto a uno splendido Pinus montezuma, trovano posto un'antica statua egizia della dea Pacht e altre provenienti dalla campagna d'Egitto di Napoleone.
La passeggiata del viale dei platani, potati a ombrello, termina nel terrazzo antistante la villa, incorniciato da antiche statue.
La cappella di famiglia, progettata dall'Albertolli, delimita il giardino con i suoi splendidi monumenti neoclassici.
L'aranciera è ora adibita a museo di cimeli e stampe della prima Repubblica Italiana.
Nel parco, essenze esotiche e rare si alternano ad alberi secolari, camelie, rododendri e azalee. Tra le piante più preziose si segnalano Liriodendron tulipifera, cedri del Libano, faggi rossi, canfore, Ginkgo biloba e altre, di valore botanico e storico, cartellinate per aggiungere interesse alla visita.

Come arrivare

In Auto
Da Como: SS583 in direzione Bellagio
Da Lecco: SS583-SP583 in direzione Bellagio
Parcheggio in Lungolario Manzoni o a Loppia

In treno
Utilizzare la linea ferroviaria Trenitalia o Le Nord per i collegamenti dalla Svizzera o da Milano per Como. Proseguire via battello o via pullman
Per informazioni: www.fsitaliane.it
In Battello
Utilizzare la rete di navigazione del Lago di Como, fermata Bellagio
Per informazioni: www.navigazionelaghi.it

In Pullman
Dal piazzale della stazione di Como partono autobus della linea Asf Autolinee Srl che collegano la città a Bellagio
Per informazioni: www.asfautolinee.it

In barca elettrica
È possibile noleggiare barche elettriche a tariffe convenienti e che non richiedono la patente nautica presso Econoleggio Comolake di Colico.
Per informazioni e prenotazioni: Tel. +39 347 0704434 - Email info@econoleggiocomolake.it

Pernottamento

È possibile alloggiare negli appartamenti i Giardini di Villa Melzi nei pressi della struttura, situati sull'approdo turistico di Loppia.
I giardini, la collina e la pineta sono la cornice della Villa neoclassica voluta da Francesco Melzi D'Eril e degli appartamenti che all'esterno del parco, costituivano le abitazioni (residenze-dimore) delle persone che Vi lavoravano (lavoravano all'interno della villa stessa e del parco). Gli appartamenti sono stati ristrutturati per adattarli a casa-vacanza nel 2009, mantenendo comunque la struttura originale. All'interno sono stati arredati con mobili moderni e funzionali lasciando però, qua e là, alcuni pezzi dal sapore antico per ricordare agli ospiti la storia che li circonda. Agli ospiti è rilasciato un pass gratuito di accesso ai prestigiosi Giardini di Villa Melzi.
Img

Villoresi Luigi

(1779-1823)
Agrimensore e botanico, fu un'importante figura del paesaggismo e soprattutto della ricerca botanica d'inizio Ottocento. Prefetto del Parco e dei Giardini di Villa Reale di Monza (1812-1825), che egli progettò con l'architetto Luigi Canonica fra il 1805 e il 1810, fu effettivamente uno dei migliori progettisti lombardi di giardini ‘all'inglese'. Fu anche autore del Catalogus plantarum in hortis Regiae Villae prope Modoetiam (1813). Tra i suoi interventi, vanno ricordati il Giardino della Villa Melzi d'Eril a Bellagio (ancora con l'arch. Luigi Canonica), e la ristrutturazione informale del Giardino di Villa S. Francesco a Biumo Superiore di Varese.
Informazioni
Orari di apertura
Stagione 2024
Dal 23 marzo a fine ottobre, dalle 10:00 alle 19:00
(ultimo ingresso ore 18:30)

Visite guidate su prenotazione
Ingresso
Adulti: € 10,00
Bambini (fino a 11 anni): gratuiti
Famiglia( 2 adulti + 2 ragazzi fino a 18 anni): € 20,00
Gruppi (min.15 pax): € 8,00
Scolaresche: € 6,50 euro
Abbonamento Stagionale: € 50,00
Contatti
Lungolario Manzoni
22021 Bellagio (CO)

Ingresso da Bellagio o Loppia (via Lago)

Mob. +39 333 4877427
F. +39 031 950318

www.giardinidivillamelzi.it
Grandi Giardini ItalianiGreat Gardens of the WorldGardens of SwitzerlandComo the electric lakeThe Great GreenAICC Associazione Imprese Culturali e Creative
< Indietro
Villa Melzi d'Eril
immagine
immagine

Gioco Caccia al Tesoro Botanico Grandi Giardini Italiani

immagine

Biglietteria Grandi Giardini Italiani

Acquista il tuo passe-partout per i giardini più belli d'Italia