Scrivi
Grandi Giardini Italiani
Parco di Palazzo Malingri di Bagnolo
Scrivi per avere informazioni. Tutti i campi sono obbligatori

INFORMATIVA SULLA PRIVACY
Grandi Giardini Italiani, in qualità di Titolare del trattamento, ti informa che i dati che fornirai saranno utilizzati solo per i soli fini di contatto che hai richiesto. Cliccando sul bottone "Invia" autorizzi il titolare del trattamento ed i responsabili del Giardino scelto a contattarti tramite i canali da te forniti. Potrai esercitare i diritti previsti ai sensi del d.lgs.196/03 (Codice in Materia di Protezione dei Dati Personali).

Cerca
Grandi Giardini Italiani
Ricerca nel sito
Cerca un termine in Giardini
Giardini
Go to English Version

Parco di Palazzo Malingri di Bagnolo

Bagnolo Piemonte, Cuneo

Degustazione Vini
Pernottamento
Giardino botanico
GalleryScopriVideo

Aperture

Visite private su prenotazione dal 15 aprile al 15 novembre

VISITA GUIDATA dai padroni di casa all’intero complesso, passeggiata al castello, possibilità di sostare per un pic-nic nelle sale del castello.

VISITA GUIDATA e BRUNCH AL CASTELLO: visita guidata dai padroni di casa all’intero complesso, passeggiata al castello, nelle sale del castello o nel cortile fortificato un pranzo leggero preparato in casa (primo piatto, insalate, formaggi locali, vino, frutta, caffè)

VISITA GUIDATA e PRANZO TIPICO AL CASTELLO: visita all’intero complesso, guidata dai padroni di casa, passeggiata al castello, nelle sale del castello o nel cortile fortificato un pranzo con menù originale preparato in casa (tre antipasti, un piatto tipico, insalate, formaggi locali, dolce, vino, frutta, caffè)

PRENOTAZIONE: almeno 3 settimane prima della data prescelta.

Costi

Solo VISITA GUIDATA: € 16,00
VISITA GUIDATA e BRUNCH AL CASTELLO: € 38,00 (max 54pax)
VISITA GUIDATA e PRANZO TIPICO AL CASTELLO: € 45,00 (max 54 pax)

Come arrivare
In auto
Prendere A4/E64 uscita Piacenza/Genova/Savona. Proseguire su A55 direzione Pinerolo. Continua su SP23 del Colle di Sestriere. Immettersi su SP161 fino all'incrocio con la SP157. Proseguire seguendo le indicazioni per Bagnolo sulla SP27 fino all'arrivo.

Cenni storici
Il declivio della collina pedemontana della Valle Po s'interrompe con un riporto di terra contenuto da murature in pietra a secco, sul quale sorge il parco di Palazzo Malingri di Bagnolo.

L'impianto secentesco di siepi, aiuole fiorite, allee di carpini e alberi di alto fusto fu rielaborato agli inizi dell' 800 secondo i canoni del giardino all'inglese, con sentieri sinuosi, punti panoramici, piccole costruzioni, boschetti ombrosi. Ancora oggi le due anime del parco, classica e romantica, convivono e dialogano sorprendendo il visitatore per il fascino dell'insieme.

Il parco, di circa due ettari, ospita alberi secolari, alcuni dei quali alti oltre 40 metri; comprende esemplari monumentali di Pinus nigra, Pinus austriaca, Cedrus deodara, Taxus bacata, e poi metasequoie, faggi, querce, castagni, libocedri, criptomerie che incorniciano due ariosi e vasti prati. Un magnifico Liriodendron tulipifera dà il benvenuto all'ingresso del parco, che in maggio indossa lo smagliante abito giallo di migliaia di tulipani.
Al centro del prato prospicente il palazzo una fontana ellittica, detta “dell'Uomo Verde” (con riferimento ad una favola di cui s'è persa memoria), accoglie pesci e tritoni, mentre una siepe di rose rugose ed un festone di Clematis montana formano quinta lungo un muro affacciato sul paesaggio agricolo. La galleria dei carpini che porta alla secentesca Cappella di Ognissanti e quasi due chilometri di siepi di bosso, carpino e tasso tracciano il disegno antico del parco fino alla collina del castello, segnata da un rio e da fitti bambù.
Le “tampe dei cervi”, create per la visione dall'alto del prezioso giardino all'italiana e adibite poi a recinto per cervi e daini, sono ora un bel parterre di felci incorniciato da cespugli di ortensie azzurre. Negli ultimi 30 anni i proprietari Aimaro e Consolata Oreglia d'Isola, come da tradizione familiare, hanno dato la loro impronta al parco curandone l'aspetto paesaggistico e pittorico. Hanno quindi inserito nuove specie da fiore come camelie giapponesi e sasanqua, ampliato le collezioni di acidofile e collocato nel sottobosco anemoni, pervinche, viole, bulbose e centinaia di esemplari di Hosta.
Foto
FARM HOTEL
Nelle antiche cascine restaurate è possibile pernottare in appartamenti di charme per due, quattro e sei persone circondati da splendidi giardini privati. A disposizione degli ospiti nei mesi più caldi una piscina di venti metri con vista splendida sul parco.
Si può soggiornare per brevi week-end o per periodi più lunghi.

Argomenti & Prossimi eventi

ARGOMENTO
I BOSCHI INCANTATI DI HUSQVARNA
Il fascino del foliage in 33 Grandi Giardini Italiani

ARGOMENTO
Pernottamento

ARGOMENTO
Secret Gardens
Scopri il meraviglioso mondo dei Grandi Giardini Italiani Segreti!

ARGOMENTO
Vino
Scopri i più bei Giardini-Vigneto d'Italia, itinerari dedicati, curiosità e novità sul vino!

Altri
Giardini
nelle vicinanze

Scopri
cosa fare,
dove mangiare,
dove dormire

Quali città vedere
qui vicino

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti
Informativa sulla privacy

Grandi Giardini Italiani, in qualità di Titolare del trattamento, ti informa che i dati che fornirai saranno utilizzati solo per trasmetterti via email la newsletter che hai richiesto. Cliccando sul bottone "Iscriviti" autorizzi il titolare del trattamento ad inviarti la Newsletter. Potrai esercitare i diritti previsti all'art. 7 D.Lgs.196/2003 ed in particolare chiedere in qualsiasi momento la cancellazione cliccando sul link apposito presente in ogni Newsletter.