Scrivi
Grandi Giardini Italiani
Villa Borromeo Visconti Litta - ReGiS
Scrivi per avere informazioni. Tutti i campi sono obbligatori

INFORMATIVA SULLA PRIVACY
Grandi Giardini Italiani, in qualità di Titolare del trattamento, ti informa che i dati che fornirai saranno utilizzati solo per i soli fini di contatto che hai richiesto. Cliccando sul bottone "Invia" autorizzi il titolare del trattamento ed i responsabili del Giardino scelto a contattarti tramite i canali da te forniti. Potrai esercitare i diritti previsti ai sensi del d.lgs.196/03 (Codice in Materia di Protezione dei Dati Personali).

Cerca
Grandi Giardini Italiani
Ricerca nel sito
Cerca un termine in Giardini
Giardini
Go to English Version

Villa Borromeo Visconti Litta - ReGiS

Lainate, Milano

Bookshop
Giardino storico
GalleryScopriVideo

Aperture

Visite guidate da maggio a ottobre

Per gli orari di apertura consultare il sito www.villalittalainate.it

Costi

Biglietto Ninfeo
Intero: € 10,00
Ridotto: € 7,00

Palazzi: € 4,00

Formula Famiglia: 2 interi + 1 ridotto + 1 bambino gratuito


Cenni storici
Sorge sul territorio di Lainate. La sua vicinanza con Milano ha contribuito a rendere la Villa luogo di villeggiatura preferito da molte nobili famiglie, ma anche sede di feste, ricevimenti, luogo di studio e laboratorio di idee, accogliendo letterati, artisti e poeti.

Ideatore dell'intero complesso fu il Conte Pirro I Visconti Borromeo il quale, ispirandosi alle ville medicee toscane, verso il 1585 diede una funzione prevalentemente ludica al suo possedimento agricolo lainatese. Singolare figura di mecenate milanese, si avvalse della collaborazione dei migliori artisti attivi in area lombarda e intorno alla Fabbrica del Duomo di Milano per trasformare la proprietà di Lainate in un luogo di delizie, in cui lavorarono l'architetto Martino Bassi, gli scultori Francesco Brambilla il Giovane e Marco Antonio Prestinari, i pittori Camillo Procaccini e Pier Francesco Mazzucchelli detto il Morazzone. Il Conte fece realizzare i giardini e costruire il Palazzo delle Acque, conosciuto come Ninfeo.

Dopo diversi passaggi di proprietà, dai Litta ai Weill Weiss, nel 1970 il Comune di Lainate acquistò l'intero complesso e diede inizio ai primi interventi di restauro.Da alcuni anni la Villa di Lainate Litta è tornata a vivere e oggi il visitatore può ammirare nel Palazzo del Settecento le sale affrescate, tra le quali spicca quella decorata da Giuseppe Levati, i balconcini dei musici nella Sala delle Feste e gli ampi soffitti affrescati nel palazzo del Cinquecento.Lo spettacolo continua all'esterno con i giardini all'italiana, le settecentesche fontane di Galatea e del Nettuno e il parco con 820 alberi di 56 specie diverse.

Ma la vera sorpresa è il Ninfeo, luogo di frescura di grande fascino e suggestione che, proprio per la ricchezza di decorazioni e di spettacoli idraulici, è considerato l'esempio più importante e significativo dell'Italia settentrionale. L'edificio, realizzato tra il 1585 e il 1589, è costituito da stanze completamente decorate a mosaico di ciottoli bianchi e neri e ciottoli dipinti a tempera, una vera e propria unicità nella storia delle realizzazioni a mosaico a noi note.In alcuni di questi ambienti si possono ammirare spettacolari giochi e scherzi d'acqua, completamente ripristinati. Passeggiare in questi luoghi significa lasciarsi stupire dall'incanto di una Venere o di Mercurio, da figure mitologiche realizzate a mosaico, da uno spruzzo improvviso che coglie il visitatore più curioso o da incantevoli zampilli, azionati ancora oggi da abili, ma nascosti fontanieri.
Come arrivare
In auto
Autostrada A8 Varese/Como/Chiasso verso la Svizzera uscita Lainate.Dal casello la Villa dista circa 3 Km.
Itinerario del Network
Il Giardino partecipa all'evento ''I Boschi Incantati di Husqvarna''


Argomenti & Prossimi eventi

in corso

TERMINA IL 31 OTTOBRE 2017
Il fall foliage nel luogo di villeggiatura del Conte Pirro I Visconti Borromeo

Altri
Giardini
nelle vicinanze

Scopri
cosa fare,
dove mangiare,
dove dormire

Quali città vedere
qui vicino

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti
Informativa sulla privacy

Grandi Giardini Italiani, in qualità di Titolare del trattamento, ti informa che i dati che fornirai saranno utilizzati solo per trasmetterti via email la newsletter che hai richiesto. Cliccando sul bottone "Iscriviti" autorizzi il titolare del trattamento ad inviarti la Newsletter. Potrai esercitare i diritti previsti all'art. 7 D.Lgs.196/2003 ed in particolare chiedere in qualsiasi momento la cancellazione cliccando sul link apposito presente in ogni Newsletter.