Scrivi
Grandi Giardini Italiani
Parco della Villa Reale di Marlia
Scrivi per avere informazioni. Tutti i campi sono obbligatori

INFORMATIVA SULLA PRIVACY
Grandi Giardini Italiani, in qualità di Titolare del trattamento, ti informa che i dati che fornirai saranno utilizzati solo per i soli fini di contatto che hai richiesto. Cliccando sul bottone "Invia" autorizzi il titolare del trattamento ed i responsabili del Giardino scelto a contattarti tramite i canali da te forniti. Potrai esercitare i diritti previsti ai sensi del d.lgs.196/03 (Codice in Materia di Protezione dei Dati Personali).

Cerca
Grandi Giardini Italiani
Ricerca nel sito
Cerca un termine in Giardini
Giardini
Go to English Version

Parco della Villa Reale di Marlia

Capannori Marlia, Lucca

Adatto a famiglie
Animali domestici accettati
Bookshop
Parzialmente accessibile ai disabili
ScopriGallery

Aperture

3 Novembre 2016 – 28 Febbraio 2017: lavori di restauro e manutenzione del parco. Le visite al parco saranno possibili solo su prenotazione, anche la domenica, chiamando il numero 0583/30108 o scrivendo a info@parcovillareale.it

1 Marzo - 31 Ottobre 2017: tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00 (ultimo ingresso alle 17.30)

1 Novembre 2017 – 28 Febbraio 2018: solo su prenotazione


Il Giardino partecipa all'iniziativa
"I Boschi Incantati di Husqvarna"

Costi

Intero: € 9,00
Ridotto: € 7,00
Gruppi scuole (elementari e medie): € 5,00
Bambini (0-13 anni): gratuito
Guide turistiche: gratuito

Come arrivare
In auto
Dall'autostrada A11 direzione Firenze prendere l'uscita Lucca est, seguire le indicazioni per Abetone per 6 km e seguire le indicazioni per Matraia e Villa Reale. Parcheggio gratuito esterno vicino all'ingresso

In treno
Dalla Stazione di Firenze Santa Maria Novella regionale per Lucca e poi autobus linea 59 fino all'arrivo all'ingresso del parco.
Informazioni: www.trenitalia.it

In bus
Linea 59 da Lucca: il bus parte da Piazzale Verdi, passa dalla Stazione di Lucca, e fa tutte le fermate fuori dalle mura fino ad arrivare al'ingresso del parco. Il biglietto di ingresso al parco è scontato per chi presenta il biglietto del trasporto pubbico.

In aereo
Distanza dall'Aeroporto di Pisa Galileo Galilei: 43Km
Distanza dall'Aeroporto di Firenze Amerigo Vespucci: 70Km
Cenni storici
La Villa Reale di Marlia, è stata, nel corso di molte generazioni e molti passaggi di proprietà, la residenza di nobili famiglie e di grandi mecenati d'arte.
All'inizio dell'800 la sorella di Napoleone, principessa Elisa Baciocchi, ampliò il grandioso complesso. Modernizzò secondo il gusto della sua epoca l'antico Palazzo Orsetti e le logge anteriori che fungono da entrata, ma lasciò intatti gli splendidi giardini del'700, con il teatro di verzura intagliato nella vegetazione e il Viale delle Camelie, di particolare pregio per le numerose varietà rare risalenti all'800.
Dopo la caduta di Napoleone, i duchi di Parma ed in seguito i granduchi di Toscana entrarono in possesso della villa che, con l'Unità d'Italia, passò a Vittorio Emanuele. Il re la cedette al principe Carlo, fratello dell'ultimo re delle Due Sicilie, il quale poi per poter onorare i debiti del figlio, mise in vendita la villa, all'asta i mobili e fece abbattere molti alberi del parco per farne legname.
Il conte e la contessa Pecci-Blunt acquistarono la villa nel 1923 e commissionarono ad un famoso architetto francese, Jacques Greber, i lavori nel giardino: crearono boschi, ruscelli ed un lago che fanno da grandioso, romantico complemento alla serie di giardini classici italiani del tempo degli Orsetti. Tra gli ospiti illustri del passato vann ricordati il violinista e compositore Paganini, esponenti di Case Reali di tutta Europa e il pittore americano John Singer Sargent, che dipinse acquarelli di scene nella villa.
Nel 2015 una giovane coppia, essendosi perdutamente innamorata del complesso ormai trascurato, acquistò la proprietà accettando la sfida di riportare la Villa Reale di Marlia al suo antico splendore commissionando importanti lavori di restauro sia degli edifici sia dei giardini.

Accessibilità
E' possibile visitare buona parte del parco preferendo i prati al percorso in ghiaia se quest'ultimo risultasse troppo difficoltoso. Purtroppo sono difficili da raggiungere il Teatro di Verzura e il Viale delle Camelie per la presenza di scalini e percorsi meno lineari.

Family friendly
Se siete amanti del pic-nic nel verde, accarezzati da una leggera brezza e seduti comodamente su di un plaid, disteso su un tappeto erboso invidiabile, siete nel posto giusto. Qui nel Parco della Villa Reale di Marlia è consentito consumare il proprio pic nic avendo come quinta un'oasi naturalistica che profuma di storia.

Jacques Greber

Architetto del paesaggio.

Jacques Greber (Parigi 1882 - Parigi 1962) matura le sue prime esperienze negli Sati Uniti, è architetto e urbanista e riesce come pochi altri autori contemporanei a fondere la scala urbanistica con quella del paesaggio e del giardino. Greber è capace di studiare l'espansione di Rouen, o Montréal e Québec e di disegnare lo straordinario giardino di casa Serralves in Portogallo.

A Villa Marlia (acquistata dai Pecci Blunt nel 1923) introduce, a fianco del restauro del giardino barocco, elementi contemporanei che attingono con grande libertà al repertorio dell'art déco con influssi arabeggianti. Il giardino sull'acqua con bouganville ed evonimus e la coloratissima piscina costituiscono un unicum nel giardino degli anni Trenta in Italia.

Argomenti & Prossimi eventi

ARGOMENTO
I BOSCHI INCANTATI DI HUSQVARNA
Il fascino del foliage in 33 Grandi Giardini Italiani

ARGOMENTO
Tulipani
Tulipani e bulbose sono la tua passione? Scopri nuovi giardini in cui ammirarli, itinerari dedicati e tante curiosità!

Altri
Giardini
nelle vicinanze

Scopri
cosa fare,
dove mangiare,
dove dormire

Quali città vedere
qui vicino

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti
Informativa sulla privacy

Grandi Giardini Italiani, in qualità di Titolare del trattamento, ti informa che i dati che fornirai saranno utilizzati solo per trasmetterti via email la newsletter che hai richiesto. Cliccando sul bottone "Iscriviti" autorizzi il titolare del trattamento ad inviarti la Newsletter. Potrai esercitare i diritti previsti all'art. 7 D.Lgs.196/2003 ed in particolare chiedere in qualsiasi momento la cancellazione cliccando sul link apposito presente in ogni Newsletter.