Scrivi
Grandi Giardini Italiani
Labirinto della Masone
Scrivi per avere informazioni. Tutti i campi sono obbligatori

INFORMATIVA SULLA PRIVACY
Grandi Giardini Italiani, in qualità di Titolare del trattamento, ti informa che i dati che fornirai saranno utilizzati solo per i soli fini di contatto che hai richiesto. Cliccando sul bottone "Invia" autorizzi il titolare del trattamento ed i responsabili del Giardino scelto a contattarti tramite i canali da te forniti. Potrai esercitare i diritti previsti ai sensi del d.lgs.196/03 (Codice in Materia di Protezione dei Dati Personali).

Cerca
Grandi Giardini Italiani
Ricerca nel sito
Cerca un termine in Giardini
Giardini
Go to English Version

Labirinto della Masone

Fontanellato, Parma

Accessibile ai disabili
Adatto a famiglie
Animali domestici accettati
Bookshop
Eco friendly
Pernottamento
Ristorazione
Wi-Fi Area
GalleryScopriVideo

Aperture

Tutti i giorni inclusi i festivi, dalle 10:30 alle 19:00

Chiuso il martedì e le festività del 25 dicembre e del 1 gennaio

Costi

Adulti: € 18,00
Ridotto bambini (dai 6 ai 12 anni): € 10,00
Gruppi (+ di 15 pers.) € 15,00
Gratuito per i bambini di età inferiore a 6 anni

Appunti di viaggio
In piena campagna emiliana a meno di 10 minuti d'auto da Fidenza e a 15 minuti da Parma, Franco Maria Ricci, editore, designer e collezionista, ha realizzato il primo labirinto al mondo di bambù per estensione.
Appena varcato il portone, vi sentirete proiettati in una dimensione senza tempo, dove il gusto per l'arte e per la ricercatezza del bello si sposa con la passione per la natura. Un incrocio di geometrie e di linee prospettiche accompagna lo sguardo del visitatore dalla corte di ingresso, con i suo loggiati, al lungo sentiero costeggiato dalla fiorente vegetazione fino alla cuspide di una piramide, che si intravede appena in lontananza. In questo scrigno è custodito un polmone verde realizzato con oltre 200 mila piante di bambù, la cui forza risiede nell'elevata capacità di fotosintesi, che riduce l'anidride carbonica restituendo ingenti quantità di ossigeno. Passeggiare tra le sue fila, che creano talvolta muri alti 2 metri o poco più, sollecita una moltitudine di sensazioni diverse che valgono il costo del biglietto d'ingresso.

Il Labirinto ha un percorso di circa 3km e al suo centro potrete ammirare il cortile interno con il loggiato, la chiesa e le due suites di recente costruzione. Nel corpo principale, accanto all'elegante bookshop, fornito di rare e preziose pubblicazioni, si snoda l'area museale, dove durante l'anno si alternano mostre temporanee di artisti eccezionali, accanto all'esposizione permanente di un uomo, un'artista, un sognatore, Franco Maria Ricci, che ha atteso circa vent'anni prima di poter realizzare questo meraviglioso dedalo.

Per visitare l'intero complesso vi occorreranno almeno due ore. Al termine della visita deliziate il palato con una delle prelibatezze de I Fratelli Spigaroli che firmano la ristorazione interna al Labirinto.
Come arrivare
In auto
Da Milano: uscita autostrada A1 Fidenza, Via Emilia/SS9 verso Parma
Da Bologna: uscita autostrada A1 Parma, Via Emilia/SS9 verso Fidenza
Da La Spezia: A15 Parma Ovest, seguire Via Emilia/SS9 verso Fidenza

In treno
Il Labirinto è raggiungibile dalle stazioni di Parma e di Fidenza.
Dalla stazione di Parma è attivo, ogni sabato fino al 17 dicembre, un servizio navetta gratuito.

In taxi
Dalle stazioni ferroviarie di Parma e di Fidenza e altri luoghi della provincia di Parma potete chiamare direttamente il numero +39 347 3731302
Presentazione
L'editore Franco Maria Ricci, appassionato collezionista d'arte e di bibliofilia, ha dedicato gli ultimi dieci anni a dar vita, nella sua proprietà di Fontanellato (Parma), a un geniale progetto visionario: un monumentale labirinto verde.

Il dedalo, visitabile a partire da maggio 2015, ha una pianta a stella che ricopre 7 ettari, con migliaia di bambù di specie diverse. Ispirato alla forma classica dei labirinti romani, a quattro campi interconnessi che si sviluppano intorno a un quadrato centrale, il Labirinto Ricci introduce bivi e biforcazioni che nei labirinti romani, rigorosamente univiari, non esistono. Per citare Ricci: Ho sognato di essere un Giardino, un Museo, una Biblioteca, una Casa editrice, una Sala delle Feste e dei Balli, la Piazza di un Borgo con la sua Chiesa, un grande Dedalo botanico… Dal loro insieme è nato il luogo che io chiamo “il Labirinto”... E così troviamo un edificio che ospita una galleria con la collezione d'arte e di bibliofilia dove scultura, pittura e libri covivono dando luogo a un museo eclettico unico nel suo genere; uno spazio per mostre temporanee, un bookshop, un ristorante, un caffè/bistrò, uno spaccio di gastronomia. La corte centrale, nel cuore del Labirinto, dispone di vaste gallerie porticate, di una cappella a forma di piramide, di due ampie sale per eventi speciali, di un salone dalle grandi vetrate aperte sul verde, attrezzato per conventions come per la musica e il ballo… e anche di due deliziose suites. Compito della Fondazione Franco Maria Ricci, proprietaria del Labirinto, è quello di conservare i libri e le collezioni d'arte del suo creatore e favorire attività culturali e di intrattenimento. Un altro, cui Ricci tiene molto, è di carattere paesaggistico: promuovere l'utilizzo del bambù – pianta robusta, esuberante e sempreverde – per eseguire, con le sue delicate cortine verdi, un opportuno quanto semplice maquillage a quei disadorni capannoni industriali che spesso guastano il paesaggio italiano.
Foto
Dove mangiare
Nell'area della Corte di ingresso, ad accesso libero e gratuito, si trova la ''Bottega'', ''Il Caffè del Labirinto'' e il ristorante ''Il Bistrot del Labirinto''. Tutta la ristorazione interna porta la firma de I Fratelli Spigaroli, chef stellati del territorio.
Dove dormire
È possibile pernottare all'interno del Labirinto nelle sue due eleganti suites.
Foto

Argomenti & Prossimi eventi

ARGOMENTO
Pernottamento

ARGOMENTO
Pernottamento & Ristorazione

ARGOMENTO
Ristorazione

ARGOMENTO
Viaggi nei Giardini
Proposte di viaggio alla scoperta dei Grandi Giardini Italiani

Altri
Giardini
nelle vicinanze

Scopri
cosa fare,
dove mangiare,
dove dormire

Quali città vedere
qui vicino

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti
Informativa sulla privacy

Grandi Giardini Italiani, in qualità di Titolare del trattamento, ti informa che i dati che fornirai saranno utilizzati solo per trasmetterti via email la newsletter che hai richiesto. Cliccando sul bottone "Iscriviti" autorizzi il titolare del trattamento ad inviarti la Newsletter. Potrai esercitare i diritti previsti all'art. 7 D.Lgs.196/2003 ed in particolare chiedere in qualsiasi momento la cancellazione cliccando sul link apposito presente in ogni Newsletter.