Scrivi
Grandi Giardini Italiani
Villa della Porta Bozzolo - FAI
Scrivi per avere informazioni. Tutti i campi sono obbligatori

INFORMATIVA SULLA PRIVACY
Grandi Giardini Italiani, in qualità di Titolare del trattamento, ti informa che i dati che fornirai saranno utilizzati solo per i soli fini di contatto che hai richiesto. Cliccando sul bottone "Invia" autorizzi il titolare del trattamento ed i responsabili del Giardino scelto a contattarti tramite i canali da te forniti. Potrai esercitare i diritti previsti ai sensi del d.lgs.196/03 (Codice in Materia di Protezione dei Dati Personali).

Cerca
Grandi Giardini Italiani
Ricerca nel sito
Cerca un termine in Giardini
Giardini
Go to English Version

Villa della Porta Bozzolo - FAI

Casalzuigno, Varese

Adatto a famiglie
Bookshop
Ristorazione
Giardino botanico
ScopriGallery

Aperture

Da Marzo a Settembre, da mercoledì a domenica, dalle ore 10 alle 18
Ottobre e Novembre, da mercoledì a domenica, dalle ore 10 alle 17

Costi

Adulti: da mercoledì a sabato € 7,00; domenica € 8,50 con visita guidata
Bambini (4-14 anni): € 4,00
Studenti universitari fino ai 26 anni: € 4,00
Famiglia (2 adulti + 2 bambini): dal mercoledì al sabato € 18,00; domenica € 20,00
Iscritti FAI: ingresso gratuito*

In occasione di eventi il costo del biglietto di ingresso potrà subire variazioni.

*ad eccezione di eventi specifici in cui verrà chiesta la sola integrazione dell’evento

Come arrivare
In auto
Autostrada dei Laghi A8 Milano-Varese direzione Sesto Calende-Gravellona Toce, uscita Vergiate-Sesto, direzione Besozzo-Laveno. Dopo Gemonio proseguire per Valcuvia-Luino, fino a Casalzuigno.

In treno
Con i treni Trenord, ramo Milano: scendere alla stazione di Cittiglio, proseguire con autobus di linea Autolinee Varesine s.r.l. Per gli orari dei treni consultare il sito internet di Trenord (www.trenord.it)
Cenni storici
Immersa nel tranquillo paesaggio della Valcuvia, a breve distanza dal lago Maggiore, l'elegante complesso di Villa Della Porta Bozzolo si è ampliato nei secoli attorno all'originario nucleo cinquecentesco.

La famiglia Della Porta, nella seconda metà del Seicento, trasformò la residenza in una ''villa-fattoria'', aggiungendo un nuovo edificio organizzato intorno a una corte d'onore e affacciato su un giardino. Nella prima metà del Settecento la dimora venne ulteriormente trasformata in raffinata residenza di rappresentanza, arricchita da uno scenografico parco e da preziose decorazioni ad affresco negli interni. Estintosi il casato e dopo alcuni passaggi di proprietà, l'intero patrimonio passò nel 1877 al senatore Camillo Bozzolo che realizzò lavori e migliorie per la buona conservazione della Villa.

Lo splendido parco venne progettato nei primi anni del XVIII secolo, prendendo ispirazione dai molti modelli di architettura paesaggistica barocca. La progettazione fu affidata probabilmente al pittore et ingegnere Antonio Maria Porani, già attivo in Villa con altri incarichi. Porani, a causa dello scarso spazio antistante l'edificio, sviluppò il parco in lunghezza dal basso verso l'alto, parallelamente alla facciata della dimora, contravvenendo così alle consuete norme di progettazione, secondo cui il giardino doveva risultare in asse con i saloni principali. Vennero quindi realizzate, su diversi livelli, quattro grandi terrazze collegate da una maestosa scalinata con balaustre, statue e fontane in pietra di Viggiù. Successivamente venne realizzato il ''teatro'', l'elemento forse più innovativo: un ampio prato in leggera pendenza chiuso da una grande peschiera e un ripido sentiero (un tempo forse affiancato da cipressi) immerso nel bosco e allungato sulla collina, detta del Belvedere, fino ai confini della proprietà.

Argomenti & Prossimi eventi

ARGOMENTO
Rose
Le rose sono la tua passione? Scopri nuovi giardini in cui ammirarle, itinerari dedicati e tante curiosità!

Altri
Giardini
nelle vicinanze

Scopri
cosa fare,
dove mangiare,
dove dormire

Quali città vedere
qui vicino

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti
Informativa sulla privacy

Grandi Giardini Italiani, in qualità di Titolare del trattamento, ti informa che i dati che fornirai saranno utilizzati solo per trasmetterti via email la newsletter che hai richiesto. Cliccando sul bottone "Iscriviti" autorizzi il titolare del trattamento ad inviarti la Newsletter. Potrai esercitare i diritti previsti all'art. 7 D.Lgs.196/2003 ed in particolare chiedere in qualsiasi momento la cancellazione cliccando sul link apposito presente in ogni Newsletter.