Scrivi
Grandi Giardini Italiani
Villa Arconati-FAR
Scrivi per avere informazioni. Tutti i campi sono obbligatori

PRIVACY POLICY
Grandi Giardini Italiani, in qualità di Titolare del trattamento, ti informa che questo modulo invia i dati "E-mail" e "Richiesta" da te inseriti direttamente ai responsabili del Giardino da te scelto. Tali dati non vengono archiviati dal Titolare del trattamento e hanno la sola finalità di fornire il servizio di contatto. Cliccando sul bottone "Invia" confermi di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati e autorizzi i responsabili del Giardino scelto a contattarti tramite e-mail.

Invia

Cerca
Grandi Giardini Italiani
Ricerca nel sito
Cerca un termine in Giardini
Giardini
Go to English Version

Villa Arconati-FAR

Bollate, Milano

Adatto a famiglie
Animali domestici accettati
Parzialmente accessibile ai disabili
Ristorazione
Wi-Fi Area
Giardino storico
ScopriGallery

Orari di apertura

Tutte le domeniche dal 29 aprile al 21 ottobre dalle 11.00 alle 19.00 (l'accesso al Giardino monumentale è consentito fino a mezz'ora prima del tramonto)

In occasione di eventi speciali le modalità di accesso potrebbero subire variazioni

All'interno della Villa presente il Bistrot Arconati, punto ristoro per i visitatori

I cani al guinzaglio possono accedere al Parco

Eventi
Terraforma Festival, dal 29 giugno al 1 luglio 2018
Villa Arconati Festival, dal 4 al 23 luglio 2018
Settembre 2018: Delizie in Villa

Novità 2018
- Brunch dalle ore 12.00
- Happy Hour dalle ore 17.30
Prenotazione Brunch al numero 345 5917537 (lun-ven dalle 11 alle 17) o info@newteambanqueting.com.
Brunch: Adulti 25,00 euro; Bambini (3-15 anni) 15,00 euro

Ingresso

VILLA ARCONATI-FAR
(consente l'accesso alla sale al piano terra, Scuderie, Limonaia e al Parco Monumentale fino all'orario sopra indicato).
Intero: 5,00 euro
Bambini (minori 12 anni) e persone diversamente abili: 4,00 euro

VILLA ARCONATI-FAR + VISITA GUIDATA AL PIANO NOBILE
Intero: 8,00 euro
Ridotto*: 7,00 euro
Visite guidate a turno fisso ore 11.30; 14.30; 16.00; 17.30.
Il Piano Nobile è visitabile solo con visita guidata.
Prenotazione presso biglietteria FAR, posti limitati. In caso di grande affluenza sono previsti turni di visita aggiuntivi.

SCONTI E CONVENZIONI
*Ridotto per gli Amici di Villa Arconati-FAR, minori di anni 12, persone diversamente abili, associazioni ed enti convenzionati con FAR, possessori di Biglietto di Villa Litta.
Ingresso Gratuito: minori di anni 6; accompagnatori di persone diversamente abili.

VISITE GUIDATE PER GRUPPI (su prenotazione, tutti i giorni dell'anno)
Info: didattica@villaarconati.it; +39 393 8680934

Come arrivare
In auto
Austrostrada A8 Varese-Como-Chiasso uscita Fiera Milano verso Fiera Milano. Mantieni la destra al bivio e segui le indicazioni per Bollate/Varesina/Monza/Milano/Meda/A52/Tangenziale Nord ed entra in A52. Proseguire per 2 Km circa poi prendere uscita per Bollate. Villa Arconati è a circa 2 Km dall'uscita dell'autostrada.

In treno
Collegamenti Trenord, linea Milano – Saronno (S1 – S3), fermate Bollate Nord o Garbagnate Groane

In bici
Villa Arconati si trova all'interno dei percorsi cicloturistici che la collegano ad alcuni dei maggiori punti di interesse dell'area Nord Milano.
Servizio di noleggio biciclette presso la Velostazione di Bollate Nord a cura di Fabbrica dei Segni, per Informazioni sul servizio si prega di contattare il Sig. Parisi al 327 2578817.
Cenni storici
Villa Arconati è una magnifica villa di delizia di grande importanza, come il suo giardino, considerato uno dei più bei giardini storici in Lombardia. Situata a pochi passi da Milano, la Villa sorge nel Parco delle Groane, nella frazione di Castellazzo di Bollate, da cui prende anche il nome di ‘Castellazzo', risalente alla prima edificazione, in età medievale.

Il Giardino, con i suoi teatri e giochi d'acqua, è stato nel tempo uno dei punti di attrazione della Villa, e preserva ancor oggi una testimonianza in Italia di giardino all'italiana. Per estensione e per la forte prevalenza della raffinata Ars topiaria, esso rappresenta un elemento di grande interesse e finezza. Alcune notizie storiche denotano che il giardino già nel Seicento era dotato di fontane, scalinate, panchine, una collezione di innumerevoli vasi di agrumi e statue che partivano dalla Villa per poi perdersi nel folto bosco adiacente.

Le creazioni di notevole impatto nel giardino, si devono soprattutto a Galeazzo Arconati, che nel 1627 fa realizzare vari elementi, tra cui: il Teatro di Diana, dotato di arditi meccanismi idraulici che mostrano l'intera gamma di tipologie dei giochi d'acqua distribuiti nel giardino; il tempietto ionico per ospitare la statua gigante di Pompeo e lo splendido teatro delle quattro stagioni. Un sistema di cascatelle accompagna invece la maestosa Scalinata dei Draghi che collega il Teatro Grande anche detto “delle Quattro Stagioni” al parterre. Il sistema che regola le fontane – situato nella Torre delle acque - è un'opera di ingegneria idraulica d'avanguardia che Galeazzo Arconati riprese dagli studi di Leonardo da Vinci. Ad aiutare Galeazzo Arconati nella realizzazione di queste opere architettoniche all'avanguardia, è Giovanni Gianda, pittore ed architetto milanese del quale purtroppo si hanno poche notizie.
Attraverso i disegni di Marc'Antonio Dal Re (1743) si percepisce l'eleganza dei grandi parterre e dei portici verdi che creavano quinte teatrali all'interno del giardino. Magnifica è da considerarsi la limonaia (da poco restaurata) con la torre dell'acqua che riforniva, attraverso meccanismi idraulici, acqua alle fontane e ai numerosi giochi d'acqua. Tanto era evidente la passione degli Arconati per il teatro, che crearono nella villa e nel giardino veri e propri palcoscenici, con tanto di quinte verdi sagomate, ben visibili nel teatro delle quattro stagioni e nel teatro di Andromeda. Il giardino monumentale è delimitato da un alto muro e da un bosco, luogo di frescura e di caccia. Rimane ancora testimonianza di una stupenda voliera dove venivano tenuti animali esotici come piaceva all'epoca.

La Famiglia Arconati era ben poco influenzata dalla moda del collezionismo botanico, quindi preferì piantare alberi e arbusti autoctoni, dal carpino, al faggio ai castagni, piuttosto che piante di provenienza esotica. La proprietà ha subito un lento declino dalla morte del ultima proprietaria Beatrice Crivelli nel 1994, e solo oggi grazie alla Fondazione Augusto Rancilio si sta mettendo mano ad un imponente restauro sia della villa che del suo giardino: un capolavoro che gradualmente riprende vita e splendore come nel passato.
Eventi della proprietà
Inaugurazione Stagione, 30 Aprile - 1 Maggio 2017
Festival di Terraforma, 23-24-25 Giugno 2017
Festival di Villa Arconati, Luglio 2017
Delizie in Villa, 30 Settembre - 1 Ottobre 2017
Eventi del Network
Il Giardino partecipa all'iniziativa I Boschi Incantati di Husqvarna


Argomenti & Prossimi eventi

ARGOMENTO
Fall Foliage
Scopri le magiche atmosfere, i colori e suggestioni dell'autunno nei Grandi Giardini Italiani

ARGOMENTO
Musica

in corso

TERMINA IL 21 OTTOBRE 2018
Segni nuovi per antiche stanze
La collezione Kiron a Villa Arconati-FAR

Altri
Giardini
nelle vicinanze

Scopri
cosa fare,
dove mangiare,
dove dormire

Quali città vedere
qui vicino

Iscriviti alla nostra newsletter

Termini e condizioni

Iscrizione alla Newsletter

54.198.52.82 - Mon Sep 24 14:12:39 2018 (UTC Time)
Privacy Policy