Scrivi
Grandi Giardini Italiani
Porta di Ferro Giardini
Scrivi per avere informazioni. Tutti i campi sono obbligatori

INFORMATIVA SULLA PRIVACY
Grandi Giardini Italiani, in qualità di Titolare del trattamento, ti informa che i dati che fornirai saranno utilizzati solo per i soli fini di contatto che hai richiesto. Cliccando sul bottone "Invia" autorizzi il titolare del trattamento ed i responsabili del Giardino scelto a contattarti tramite i canali da te forniti. Potrai esercitare i diritti previsti ai sensi del d.lgs.196/03 (Codice in Materia di Protezione dei Dati Personali).

Cerca
Grandi Giardini Italiani
Ricerca nel sito
Cerca un termine in Giardini
Giardini
Go to English Version

Porta di Ferro Giardini

Santa Lucia di Battipaglia, Salerno

Accessibile ai disabili
Animali domestici accettati
Parcheggio
Giardino moderno
GalleryScopriVideo

Contatto

Strada Provinciale, 312
84091 Santa Lucia di Battipaglia (SA)

Press. +39 340 9182431
Mob. +39 329 2161703
Fax +39 0828 631146

Coordinate GPS:
Latitudine: 40.57463
Longitudine: 14.95039

Sito Web

Scrivi al giardino

Visualizza la mappa

Aperture

Aperto tutto l'anno su prenotazione

Porta di Ferro Giardini organizza visite guidate con l'agronomo, brunch, light lunch e aperitivi

Costi

Visita guidata con agronomi: € 15,00

Appunti di viaggio
La Tenuta Porta di Ferro custodisce al suo interno delle preziose memorie storiche, rimaste sorprendentemente intatte ai bombardamenti americani della seconda guerra mondiale e alle ferite inferte alla zona di Battipaglia che ne era uscita completamente rasa al suolo. Grazie alla caparbietà e alla tenacia della popolazione locale la zona è tornata a risplendere e a rivivere nella sua tradizione agricola e rurale.

Zona di masserie e antichi casali risalenti per lo più al ‘600 e direttamente collegati ai moti rivoluzionari di Masaniello, come la Masseria del Belvedere, l'area che si estende fino ai Templi di Paestum è famosa a livello nazionale e internazionale per la produzione della “mozzarella”. Qui accanto ad alcune masserie in grave stato di abbandono, ce ne sono altre restaurate cui si lega l'eccellenza casearia del territorio.

Venire alla Tenuta è un viaggio nella storia del nostro Bel Paese, tra incantevoli scorci sul mare e paesaggi collinari. È il luogo ideale per partire alla scoperta dell'intramontabile fascino della Costiera Amalfitana e di Salerno o proseguire, ancora più a sud, verso il Cilento, con le sue spiagge di sabbia fine e le sue acque cristalline, la sua antica storia che passa attraverso la Certosa di Padula o il Castello dei Principi Sanseverino a Teggiano. È ancora escursioni nella natura come quella alla Grotta di Pertosa Auletta, unico sito speleologico in Europa dove è possibile navigare un fiume sotterraneo, ma è soprattutto Paestum, “la città dei templi dorici” che ancora rivive nelle parole dello storico Winchelmann e nel suo stupore cristallizzato nella celebre frase del 1958 “… Non è un fatto stupefacente che nessuno prima abbia scritto su questo?”.
Infine per gli amanti delle vacanze glamour, questi luoghi sono ogni estate sulla cresta dell'onda perché animati dal Giffoni Film Festival, Festival del Cinema per Ragazzi, che si svolge a Giffoni (Valle Piana, SA), a mezz'ora di auto dalla Tenuta.
Come arrivare
In auto
Da Salerno, autostrada A3 SA-RC, uscita Battipaglia, poi proseguire sulla SS18 verso Paestum per circa 5km. Alla seconda rotatoria svoltare a destra verso SP312 fino all'arrivo.

In treno
Dalla Stazione di Salerno prendere i treni regionali direzione Battipaglia e poi proseguire in taxi fino al giardino.
Informazioni: www.trenitalia.it

In aereo
Dall'Aeroporto di Salerno la costiera Amalfitana dista soli 10KM.
Dall'Aeroporto di Napoli Capodichino la tenuta dista 85KM.

Cenni storici
La Tenuta Porta di Ferro è nelle vicinanze dell'antica Paestum, in una fertile pianura tra la costiera Amalfitana ed il Cilento. È dagli inizi dell'800 che la Tenuta è il cuore di un'ininterrotta attività agricola. Storica protagonista nell'allevamento di bufale e cavalli, dopo la grande bonifica degli anni '30 è stata convertita in una moderna azienda agricola specializzata nella produzione di kiwi.

La casa padronale ha il suo perno focale nell'antica Torre Grimalda della seconda metà del XVII secolo, già casino di caccia Doria d'Angri. Intorno ad essa le abitazioni, le stalle, il caseificio, il forno, i silos ed i giardini raccontano la memoria del luogo. Il progetto dei giardini comincia negli anni '20 con l'introduzione di filari di platani, cycas e palme delle Canarie. La svolta decisiva avviene nella seconda metà del secolo con l'ingresso di numerose piante come Magnolia grandiflora, Araucaria excelsa, Pinus pinea, melograni,bordure di hydrangee, spalliere di bouganvillea, rose rampicanti, bignonie e macchie di arbusti. Sono questi gli elementi fondanti del primo dei giardini della Tenuta: il Giardino Novecento.

Negli ultimi anni, dalla spinta creativa e dal profondo desiderio di nuovi spazi in bilico tra paesaggio campestre e suggestioni contemporanee, sono nati il Giardino dell'Orto, il Giardino dei Silos ed il Giardino delle Sperimentazioni in cui convivono elementi d'acqua e paesaggi effimeri.

Esiste una continuità lineare tra ogni giardino per la presenza di bordure marginali e trasversali che disegnano i percorsi e le prospettive variando altezza, spessore e tessitura attraverso un deciso impiego di specie arbustive di piccola taglia ed erbacee perenni coltivate e spontanee. La grande flessibilità compositiva di queste fasce rende possibile l'inserimento progressivo di nuove specie e varietà di ambienti mediterranei incrementando la ricchezza e la collezione botanica dei giardini di Porta di Ferro.

Argomenti & Prossimi eventi

ARGOMENTO
Secret Gardens
Scopri il meraviglioso mondo dei Grandi Giardini Italiani Segreti!

Altri
Giardini
nelle vicinanze

Scopri
cosa fare,
dove mangiare,
dove dormire

Quali città vedere
qui vicino

Iscriviti alla nostra newsletter

Iscriviti
Informativa sulla privacy

Grandi Giardini Italiani, in qualità di Titolare del trattamento, ti informa che i dati che fornirai saranno utilizzati solo per trasmetterti via email la newsletter che hai richiesto. Cliccando sul bottone "Iscriviti" autorizzi il titolare del trattamento ad inviarti la Newsletter. Potrai esercitare i diritti previsti all'art. 7 D.Lgs.196/2003 ed in particolare chiedere in qualsiasi momento la cancellazione cliccando sul link apposito presente in ogni Newsletter.