Cerca
Grandi Giardini Italiani
Ricerca nel sito
Cerca un termine in Giardini
Articoli
Grandi Giardini Italiani
TwitterFacebook

Sbocciano le camelie nei Grandi Giardini Italiani

La Primavera fa rinascere i nostri giardini

Fiore delicato e allo stesso forte, il primo esemplare di Camelia arrivò in Italia nel 1760, come pegno d'amore dell'ammiraglio Nelson a lady Emma Hamilton, la moglie dell'ambasciatore inglese presso la corte dei Borboni di Napoli, andando così a impreziosire il Giardino inglese della Reggia di Caserta.
Arbusto ornamentale appartenente al genere delle theaceae, la Camelia, deve il suo nome a Linneo che nel 1735 la classificò con questo nome in ricordo del religioso Joseph Kamel, che per primo importò la pianta nel continente Europeo dal Giappone nel settecento. In Europa, comunque, la notorietà di questo arbusto si ebbe circa un secolo dopo grazie al romanzo di Alexandre Dumas, La signora delle Camelie, edito per la prima volta nel 1848. Fu la predilezione per la camelia di Marguerite Gautier, la sfortunata protagonista del romanzo morta prematuramente di tubercolosi all'età di 23 anni, a rendere celebre il fiore. Da allora iniziò a diffondersi anche nel campo della moda divenendo il favorito e più usato da Madame Chanel che, dal 1913, lo inserì nei tailleur di sua creazione.

Oggi splendidi esemplari di Camelie si possono ammirare nei giardini del Network. Tra l'Italia e il Canton Ticino, dalle prime settimane di Marzo e per tutto Aprile, è possibile perdersi tra i colori e i profumi delle Camelie in fiore. In Svizzera, a Locarno, a pochi km di auto da Lugano, è il Parco delle Camelie, inaugurato nel 2005, ad affascinarvi con le sue 850 varietà di camelie catalogate, alle quali si aggiungono 70 camelie ancora non identificate, piantate all'estremità meridionale dei percorsi pubblici, e 130 doppie camelie, che formano una siepe divisoria e sono utilizzate principalmente per fornire fiori recisi per lo spettacolo annuale che si tiene in primavera.

In Piemonte la Mostra della Camelia dei Giardini Botanici di Villa Taranto è l'evento con cui solitamente si dà inizio alla nuova stagione. Camelie adornano anche il giardino storico del Castello di Miradolo e il Parco del Palazzo Malingri di Bagnolo, dove negli ultimi trent'anni i prorpietari hanno messo a dimora camelie giapponesi e sasanqua.

In Liguria da non perdere la collezione di antiche camelie di Villa Durazzo (Santa Margherita Ligure, GE), fra cui le famose Lavinia Maggi e Albino Botti e una visita è d'obbligo al camelieto più antico d'Italia, datato 1856, di Villa Durazzo Pallavicini.

In Lombardia i giardini che si affacciano sulle dolci sponde del Lago di Como, in primavera, celebrano la bellezza di questo fiore con l'iniziativa Camelie sul Lario. A Villa Carlotta (Tremezzina, CO) se ne possono ammirare diverse per varietà e rarità come la Principessa Clotilde, una varietà del diciannovesimo secolo creata da Casoretti, la nipponica Taiyò-Nishiki, la Oscar Borrini, e la Contessa Tozzoni. A Villa Melzi (Bellagio, CO), invece, la primavera è il momento ideale per osservare la fioritura delle camelie storiche del giardino e quelle della nuova collezione - circa 30 giovani esemplari messi a dimora nel 2014 - provenienti dalle piante-madri appartenute al vivaio dei fratelli Rovelli di Pallanza, che impreziosiscono i vasti e ricchi giardini.

In Toscana il meraviglioso Viale delle Camelie del Giardino della Villa Reale di Malia (Capannori, LU) vi attende per regalarvi una passeggiata indimenticabile, mentre a Firenze in primavera strepitosa è la fioritura del boschetto di camelie del Giardino Bardini, posto alle spalle del mirabile belvedere sulla città.

Più a sud i colori delle camelie della Castelluccia della Reggia di Caserta non mancheranno di emozionarvi. Sull'Isola d'Ischia, poi, i Giardini La Mortella sono un eden che non va mai in stasi. Se in primavera le camelie in fiore assieme alle magnolie orientali e ai glicini, donano al giardino a Valle un'atmosfera incantata; in autunno e in inverno i giardini sono un tripudio di colori grazie proprio alla sontuosa fioritura delle camelie, a partire dalle eleganti Camellia sasanqua, seguite dalle williamsi, le japonica, le reticulata.
I Giardini dove ammirare le camelie in fiore in Italia
PIEMONTE
Parco di Villa Pallavicino (Stresa, VB)
Giardini Botanici di Villa Taranto (Verbania-Pallanza, VB)
Castello di Miradolo (San Secondo Pinerolo, TO)
Parco di Palazzo Malingri di Bagnolo (Bagnolo, CN)
Isola Madre (Stresa, VB)
TRENTINO ALTO ADIGE
Giardini di Castel Trauttmansdorff (Merano, BZ)
LIGURIA
Villa Durazzo (Santa Margherita Ligure, GE)
Villa Durazzo Pallavicini (Genova)
LOMBARDIA
Giardini di Villa Melzi (Bellagio, CO)
Villa Carlotta (Tremezzina, CO)
Parco della Fondazione Minoprio (Vertemate con Minoprio, CO)
Villa Monastero (Varenna, LC)
TOSCANA
Giardino Bardini (Firenze)
Parco della Villa Reale di Marlia (Capannori, LU)
LAZIO
Giardini della Landriana (Tor San Lorenzo, RM)
Parco Botanico di San Liberato (Bracciano, RM)
Castello di Torcrescenza (Roma)
CAMPANIA
Reggia di Caserta (Caserta)
Giardini La Mortella (Forio d'Ischia, NA)
I Giardini dove ammirare le Camelie in fiore in Svizzera
Parco del Museo Vincenzo Vela (Ligornetto, CH)
Parco Scherrer Morcote (Morcote, CH)
Parco delle Camelie (Locarno, CH)
Merian Garten (Basilea, CH)
Isole del Brissago (Brissago, CH)








Iscriviti alla nostra newsletter

Termini e condizioni

Iscrizione alla Newsletter

54.156.39.245 - Fri Oct 19 18:16:31 2018 (UTC Time)
Privacy Policy